branco di elefanti e leone


I resti di un uomo sono stati ritrovati nei pressi del Kruger National Park, in Sud Africa; una delle riserve più famose al mondo dove recarsi per un safari. Si tratta, stando alle prime ricostruzioni, di un bracconiere che è stato colto di sorpresa da un elefante che lo ha ucciso; i suoi resti sono stati poi sbranati da un branco di leoni a caccia.

Bracconiere ucciso da un elefante e sbranato dai leoni

Pare che l’uomo, il cui nome non è ancora stato divulgato, facesse parte di un gruppo di cacciatori di frodo che si erano infiltrati nella riserva per cacciare illegalmente i rinoceronti. Nella notte di martedì l’uomo è stato colto di sorpresa da un elefante imbestialito che lo avrebbe travolto uccidendolo. Secondo quanto dichiarato dagli ufficiali responsabili del parco, gli uomini che erano con lui sarebbero scappati, lasciando i resti del presunto bracconiere sul luogo dell’incidente.

Quando i ranger del parco hanno trovato quello che rimaneva del bracconiere, solo due giorni dopo, si sono trovati di fronte ad una scena raccapricciante. Dell’uomo erano rimasti il teschio, qualche osso e i brandelli di vestiti. Ad informare la famiglia forse gli uomini che erano con lui e poi i ranger dopo l’identificazione.

Visualizza questo post su Instagram

The King. Photo from @ahmed_laher_

Un post condiviso da Kruger National Park (@krugernationalpark) in data:

Il bracconaggio: una piaga per la riserva naturale

Quello dei bracconieri è un problema di grossa rilevanza per la riserva del Kruger National Park. Il parco è il paradiso per animali come leoni, elefanti, rinoceronti e leopardi, essi convivono e condividono l’habitat. Purtroppo però la presenza di elefanti e rinoceronti soprattutto è una calamita per i cacciatori di frodo, che puntano ad uccidere gli animali per ricavarne l’avorio da rivendere sul mercato nero.

Dalle autorità del parco sono giunte le condoglianze alla famiglia. “Entrare illegalmente, di notte e a piedi nel parco non è una scelta saggia, è pieno di pericoli qui e questo incidente ne è la prova”, ha dichiarato il direttore esecutivo. Intanto i complici dell’uomo sono stati arrestati, si tratta di soggetti di sesso maschile di età compresa tra i 26 e i 35 anni. Sequestrate anche le loro armi, composte da due fucili da caccia con annesse munizioni.

Credits immagine in alto: Instagram Kruger National Park