Napoli, donna disabile morta in casa e vegliata da sua madre

Una storia di solitudine su cui gli inquirenti dovranno far luce accaduta a Casalnuovo di Napoli: una donna disabile morta in casa e trovata in stato di decomposione avanzato dagli inquirenti. Sua madre che l’accudiva ha vegliato per più di un mese sul suo corpo senza vita. Ora, l’autopsia chiarirà come è avvenuto il decesso della donna 53enne disabile – anche se da un primo riscontro pare sia perita per causa naturali – e gli investigatori dovranno ascoltare la madre di questa donna che ha già confessato che sua figlia era morta a metà marzo, ma, secondo i vicini di casa, la 53enne era deceduta da febbraio.

L’allarme lanciato dai vicini di casa

Come riporta Ansa, a lanciare l’allarme sulla donna disabile morta in casa sono stati i vicini di casa. Da tempo non notavano più l’anziana madre della donna 53enne gettare nell’immondizia il materiale sanitario che serviva a sua figlia. Poi, sentivano provenire dalla sua abitazione cattivo odore e vedevano molte mosche nel condominio. Così, hanno deciso di allertare le forze dell’ordine. La madre si prendeva cura della figlia disabile da sola, era rimasta vedova da diverso tempo. Stamattina, i carabinieri di Casalnuovo sono entrati nell’appartamento e hanno scoperto il cadavere della donna in stato avanzato di decomposizione.

Napoli, donna disabile morta in casa e vegliata da sua madre
Nuovo Policlinico di Napoli

Il suo cadavere è stato trasportato al Nuovo Policlinico affinché i medici attraverso l’autopsia facciano chiarezza sulla data del decesso della 53enne e sulle cause della sua morte. Da un primo riscontro, non sembrerebbero esserci segni di violenza sul suo corpo, quindi si ritiene sia morta per cause naturali o in seguito a un malore.

La madre ha vegliato sul suo corpo senza vita almeno per un mese

La madre di questa disabile morta in casa ha vegliato il cadavere di sua figlia per almeno un mese. L’anziana ha riferito agli inquirenti che sua figlia è morta a marzo, ma secondo i vicini di casa il decesso risalirebbe a febbraio, quando hanno iniziato a sentire il cattivo odore provenire dall’abitazione in cui le due donne vivevano.

Non si sa cosa abbia spinto la donna a vegliare il corpo senza vita della figlia per tutto questo tempo, solo gli inquirenti che ascolteranno la storia dell’anziana potranno chiarire questo aspetto.

Napoli, donna disabile morta in casa e vegliata da sua madre
Immagine di repertorio