Pescatore lancia esplosivo contro leoni marini

Numerose e aspre sono le critiche nei confronti di Allan Marsden, pescatore ripreso mentre lancia quello che di primo acchito sembra un esplosivo contro un branco di leoni marini. Al violento e improvviso scoppio, il gruppo di animali scappa spaventato, immergendosi in acqua. Immediate le giustificazioni dell’uomo che dichiara di aver utilizzato un dissuasore per orsi, quindi, a detta sua, innocuo per l’incolumità degli animali. Non solo: Marsden si fa portavoce delle difficoltà dei pescatori canadesi causate dalla sovrappopolazione e dall’aggressività dei leoni marini.

Pescatore contro leoni marini: il video

Risate compiaciute e un “È stato bellissimo“. È questo che si sente al termine del video contro cui animalisti e non si stanno scagliando. Il video, girato sullo Stretto di Georgia nell’oceano Pacifico, mostra un pescatore mentre lancia un esplosivo contro dei leoni marini. “La reazione è stata piuttosto violenta, più di quanto avrei voluto: la mia vita è stata minacciata diverse volte – ha dichiarato Allan Marsden al CTV News che subito dopo si giustifica– era un dissuasore per orsi che usano i pescatori di fiume. Non capisco perché io non possa usarlo per allontanare i leoni marini. Sono animali pericolosi: tre anni fa ho rischiato di perdere una gamba durante un loro attacco“.

Visualizza questo post su Instagram

Warning: This video contains graphic content // A Facebook group pushing for what it calls ‘population management’ of seals and sea lions on Canada’s Pacific coast recently shared a video of a herring fisherman throwing an explosive into a group of sea lions in the Strait of Georgia. The fisherman is on record with @cbcnews as stating that his intended purpose was to disperse sea lions and not to kill them, as he was checking to see if the herring were ready to spawn. There is no scientific evidence to justify abuse or a ‘cull’ of predators – seals and sea lions, in this case – as the best way to manage marine ecosystems. It should go without saying, but we’ll say it anyway: setting off explosives next to the head of an animal will cause irreparable damage. If it does not injure it enough to kill, it will probably damage its hearing, or destroy an eye. It is illegal to disturb marine mammals on the B.C. coast, which includes the use of acoustic deterrents such as seal bombs or other explosives. Tell the Department of Fisheries and Oceans what you think of this behaviour: @jonathanwnv, @fisheriesoceanscan. Or contact Minister Wilkinson directly by phone 1.613.775.6333 or email Jonathan.Wilkinson@parl.gc.ca And please visit us online to join our global movement that’s working to create healthy and abundant oceans. #seals #sealions #bcpoli #animalcruelty #cdnpoli

Un post condiviso da SeaLegacy #TurningTheTide (@sealegacy) in data:


Leoni marini: animali da proteggere o da cui proteggersi?

In risposta al video, si è subito espressa la DFO Pacific che specifica via Twitter il divieto di disturbare in qualunque modo leoni marini, foche e gli altri mammiferi marini.


Replicano i pescatori che lamentano ormai da tempo una situazione critica. Secondo quanto riportato, foche e leoni marini, protetti dalla caccia, si riproducono senza controlli diventando sempre più numerosi. Ma anche sempre più invadenti e aggressivi. La convivenza tra pescatori e animali ha così cominciato a diventare sempre più tesa e pericolosa.