Anna Reed Marc Schätzle

Marc Schätzle, 29 anni, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso la sua fidanzata, Anna Florence Reed, 22 anni. L’uomo avrebbe dichiarato che la giovane, trovata morta nel bagno del La Palma au Lac, hotel di Locarno, è deceduta in seguito ad un gioco erotico. La polizia svizzera non è incline a credere alla versione di Schätzle, che è stato accusato di omicidio volontario.

22enne trovata morta nel bagno di un hotel a Locarno

Anna Florence Reed, originaria di Harrogate, North Yorkshire, si trovava nella località ai piedi delle Alpi Svizzere insieme al ragazzo 29enne. Verso le 3 di mattina gli ospiti della struttura si sarebbero lamentati con il portiere per i rumori della coppia che litigava, tanto da richiedere il suo intervento.

Il giorno dopo è stato trovato il corpo della giovane nel bagno e, secondo l’autopsia, Reed sarebbe deceduta per asfissia. La giovane aveva tagli e microfratture su tutto il corpo.

Anna Florence Reed e Marc Schätzle
Anna Florence Reed e Marc Schätzle

L’uomo ha detto che è morta per un gioco erotico finito male

Marc Schätzle, interrogato dalla polizia svizzera, avrebbe dichiarato che la giovane sarebbe morta in seguito ad un gioco erotico finito male. Gli investigatori non ritengono attendibile la versione del 29enne, che vive nella zona di Zurigo, dove risiedono anche l’ex moglie e i due figli.

L’uomo lavorerebbe come buttafuori nei locali nei pressi del Lago Maggiore, vicino la frontiera tedesca-svizzera. Durante gli scorsi anni, lui e Anna Reed avrebbero viaggiato frequentemente in giro per il mondo. Uno stile di vita che, alcune fonti avrebbero detto alla stampa svizzera, Schätzle non avrebbe potuto avere.

La famiglia della ragazza distrutta

La vittima, secondo quanto riportato dal Daily Mail, era nipote di Guy Reed, milionario magnate dell’equitazione. Il padre, Clive, raccontano le persone che gli sono vicine, è distrutto da questa tragedia, arrivata 5 anni dopo la morte della moglie per aneurisma cerebrale.