I rimedi della nonna garantiti e scientificamente provati

Sono in atto da tempo degli studi per accertare la veridicità di alcuni “rimedi della nonna“. Il risultato è che, certi tra quei consigli che si tramandano di generazione in generazione senza saperne bene il motivo, sono stati giudicati validi dalla scienza.

Problemi alla pelle: verruche, eczema e micosi

Un gruppo di medici ha paragonato l’utilizzo del nastro adesivo a quello dell’azoto liquido per eliminare le verruche. Difatti, l’85% dei pazienti è guarito, dopo avere applicato per due mesi il nastro adesivo combinato con l’esfoliazione della pelle. Le ragioni del risultato non sono comunque chiare. Probabilmente l’efficacia è dipesa da più fattori come: il fatto che la pelle sia rimasta a lungo coperta e che la verruca sarebbe stata “soffocata”.

Oppure che il nastro adesivo avrebbe provocato un’irritazione tale da aver stimolato le cellule immunitarie. Anche l’eczema può essere curato con un “rimedio della nonna”. Infatti, come ha spiegato il dott. Blum, l’avena ha proprietà antinfiammatorie. Quindi, si può utilizzare versandola nell’acqua della vasca da bagno o applicando una pomata localmente. Anche le micosi delle unghie possono essere curate facilmente spalmando, una o due volte al giorno, l’unguento balsamico. Inoltre, è stato provato come sia anche un rimedio per guarire un’unghia del piede infetta.


I rimedi della nonna garantiti e scientificamente provati contro l'eczema
Braccio di un bambino con eczema

Malesseri comuni: mal di testa e male alla gola

Il male alla testa è uno dei problemi più comuni in tutte le età e si possono trovare tanti consigli per eliminare l’emicrania. Ma per risolvere le cefalee causate da stress esiste un rimedio del tutto naturale e scientificamente provato. Basterà mettere una matita tra i denti senza stringere, perché così facendo si rilasseranno i muscoli della mascella, riducendo la tensione e, di conseguenza, diminuirà la sensazione di dolore. Infatti, come ha spiegato Fred Sheftell, il direttore di una clinica specializzata nella cura del mal testa negli Stati Uniti, quando si digrignano i denti si sforza il muscolo che collega la mascella alle tempie e dunque può causare l’emicrania.

Anche il mal di gola è risolvibile con un “rimedio della nonna” e, a quanto dichiarato dal dott. Hoffman, il sale ha proprio la funzione di diminuire l’infiammazione e quindi anche il dolore alla gola. Infatti, con dei gargarismi con dell’acqua calda e salata si allevierà la sensazione di dolore. Ma è bene sapere che: in questo modo si agisce solo sui sintomi tralasciando le cause dell’infezione.

I rimedi della nonna garantiti e scientificamente provati
Donna con mal di testa da stress

Malesseri fastidiosi: l’alito cattivo, il mal d’auto ed il singhiozzo

Lo yogurt è un ottimo rimedio naturale contro l’alito cattivo causato da problemi gastrici. Ma, come specifica Robert Meltzer, un gastroenterologo di New York, anche un altro prodotto a base di latte o costituito da batteri vivi avrebbe lo stesso effetto. Inoltre, lo yogurt non ha effetto contro l’alito cattivo causato dai problemi gengivali, dal fegato o dai polmoni. Con uno studio condotto su 20 pazienti da Edgar Engelman, si è potuto appurare che anche lo zucchero ha dei benefici su un malessere fastidioso: il singhiozzo. Infatti, come ha spiegato il gastroenterologo André DuboisLo zucchero agisce nella bocca modificando gli impulsi nervosi. Così facendo, i muscoli del diaframma smettono di contrarsi e il singhiozzo sparisce di conseguenza“. Infine, per combattere la cinetosi, che si manifesta normalmente con il mal d’auto, è scientificamente provato che, si risolva mangiando delle olive. Infatti, essendo ricche di tannini, ridurranno il volume di saliva e calmeranno la sensazione di nausea.

*Immagine in alto: Mano sinistra con dermatite. Fonte: Wikipedia