orso polare sedato dalla protezione civile


Il riscaldamento climatico fa anche questo. Un orso si è ritrovato vicino al villaggio della Kamchatka, dopo aver viaggiato su un iceberg staccatosi da Chukotka, circa 700 chilometri più a nord. Un viaggio lungo che l'ha messo a dura prova per il cambio di temperatura e anche costretto dalla fame.

Una spedizione per salvarlo

I residenti della cittadina gli avrebbero anche lasciato del pesce sulla spiaggia, senza che l'orso mangiasse un granché. Il Guardian ha riportato le parole di Vladimir Chuprov di Greenpeace: "A causa dei cambiamenti climatici, l' Artico si sta riscaldando, l'habitat si sta perdendo". E ancora: "Il ghiaccio si scioglie e gli orsi polari cercano nuovi modi per sopravvivere. E il modo più semplice è spostarsi nei villaggi in cerca di cibo".

Alla fine la Protezione civile russa ha organizzato una spedizione per riportarlo a casa. L'animale è stato sedato e poi trasportato di nuovo a Chukotka, in un clima a lui più congeniale. L'orso, una volta liberato, si è fatto una bella corsa in mezzo alla neve.



Foto in alto: Ansa/Epa