Torino: Fiamme Gialle seuqestrano mezzo chilo idi shaboo, la droga dei kamikaze


A Torino, ieri sera, la Guardia di Finanza ha fermato un uomo di origine nigeriana in possesso di mezzo chilogrammo di shaboo, una droga potentissima, nota per avere effetti terribili come convulsioni, devastazione totale del volto, del corpo, perdita di denti e capelli. L’uomo si trova ora recluso all’interno del carcere Lorusso-Cutugno di Torino.

L’arresto grazie a Jane, il pastore belga delle Fiamme Gialle

A fiutare la terribile droga sintetica conosciuta con il nome di “shaboo”, ma nota anche come “ice crystal”, essendo simile a piccoli cristalli di ghiaccio, è stato il pastore belga delle Fiamme Gialle, Jane. Durante un controllo, il cane ha infatti puntato un uomo a bordo di un pullman diretto a Venezia che si trovava in Corso Vittorio Emanuele a Torino.

Gli agenti hanno approfondito il controllo sull’uomo e hanno trovato nascosto nei suoi slip mezzo chilogrammo di shaboo equivalente a un guadagno di 100mila euro. La sostanza stupefacente è infatti venduta in piccole dosi da un decimo di grammo sufficiente a indurre in chi la consuma i suoi effetti micidiali. Come specificato dalle Fiamme Gialle, il mezzo chilo di sostanza stupefacente sequestrata rappresenta “un quantitativo ingente visto il tipo di droga“. La Guardia di Finanza ha spiegato che l’arresto dello spacciatore messo a segno ieri notte è da inscriversi in un quadro di controlli che hanno già fatto scattare le manette per diverse persone: “Solamente dall’inizio dell’anno sono stati una quindicina gli arresti della Guardia di Finanza di Torino nelle aree cosiddette sensibili, quali Terminal degli autobus, stazioni ferroviarie e della metropolitana, scaturiti anche a seguito delle numerose segnalazioni giunte al numero di pubblica utilità ‘117’.

Le attività di prevenzione si inseriscono nel quadro della costante azione di controllo del territorio, svolta nei principali punti di aggregazione della città, finalizzata a tenere alto il livello di attenzione sulla diffusione e sul consumo di droghe“.

Torino, Fiamme Gialle sequestrano mezzo chilo di shaboo
Immagine di repertorio: cristalli di shaboo, la droga dei kamikaze

Lo spacciatore è stato arrestato per traffico di sostanze stupefacenti e si trova adesso recluso nel carcere Lorusso-Cutugno di Torino.

La droga dei kamikaze

La shaboo viene dell’Oriente, è una droga sintetica di origine filippina, e in Italia ha fatto la sua comparsa pochi anni fa. Viene soprannominata “droga dei kamikaze” perché pare venisse usata dai piloti giapponesi durante la seconda guerra mondiale prima di suicidarsi andandosi a schiantare a bordo di velivoli carichi di esplosivo sulle basi e sulle navi americane. La parola “kamikaze” deriva infatti dal giapponese e significa “vento divino”. La shaboo induce in chi la consuma una condizione di euforia tale da non far percepire lo stato di affaticamento. L’effetto stimolante è così potente che chi la assume riesce a non dormire e non mangiare per ore e ore, apparendo vigile e concentrato. Le conseguenze dell’assunzione sono però terribili: la shaboo provoca la devastazione del viso, del corpo, convulsioni molto violente, perdita dei denti e dei capelli, fino al decesso per overdose. Gli effetti sul corpo di questa sostanza stupefacente sono così distruttivi che le persone che la assumono appaiono irriconoscibili, i loro tratti corrotti e degradati al punto da renderli quasi simili a “zombie”.

Torino, Fiamme Gialle sequestrano mezzo chilo di shaboo
Prima e dopo: la devastazione del volto di una donna dopo 3 anni di assunzione della shaboo