corinne clery

Corinne Cléry è ospite di questa puntata di Verissimo, in cui con Silvia Toffanin ripercorre la sua carriera. In questi 40 anni di attività, ha iniziato a 17 anni, l’attrice è stata “Bond girl” e ha lavorato con registi quali Pasquale Festa Campanile e Carlo Vanzina. Adesso si dice “felicemente single“, dopo la fine della storia con Angelo Costabile. Cléry vive insieme ai suoi tre bassotti di cui l’ultimo adottato questo Natale e chiamato Vasco Rossi. L’attrice ha dichiarato di volersi dedicare a se stessa ora e di non cercare più l’amore.

Gli esordi con Histoire d’O e la nascita di Alexandre

L’attrice ha iniziato la sua carriera con un grande film, Histoire d’O, scandaloso per l’epoca. “Non rivedo mai le mie cose, se no mi critico“, scherza Corinne, rivedendo gli spezzoni del film, “L’unica cosa che ho notato è che sono un po’ ingrassata, ho le guance da Cip e Ciop“.

Quando ottenne la parte, “Chiamai mio padre perché non me lo aspettavo, gli ho detto: ‘Ho fatto una stupidaggine. Ti ricordi nella libreria del salone, il libro che non si poteva toccare? Ecco mi hanno chiesto di fare la protagonista’. Mi ha risposto: ‘Tu? Ma non sei sexy’“.

Il rapporto con i genitori: “Mi hanno insegnato tutto

I miei genitori mi hanno insegnato, tutto, la buona educazione, l’umiltà. Mio padre non era severo, con umorismo ti diceva anche le cose un po’ toste e ti faceva pensare“, ricorda l’attrice francese. “La mamma era una mamma troppo tenera, viveva per noi, cucinava lei, ci portava in vacanza, chiacchieravamo, era la mia amica“.

Corinne Cléry a Verissimo
Corinne Cléry a Verissimo

Cléry ha poi avuto un figlio giovanissima, Alexandre: “Io sono andata via presto da casa, a 17 anni e mezzo e sono diventata mamma a quasi 19 anni. Loro mi hanno detto ‘Se vuoi, se sei innamorata, ti sposi e vai avanti con la tua vita. Se non vuoi torna a casa’“.

I “normali” dolori della vita

Alexandre ha ora 50 anni, ma i rapporti non sono buoni: “Anche questo fa parte della vita. Avere un figlio a 18 anni alla mia epoca… Ero una bambina. Le mamme sono dei pungiball, io sto qua“. Ora è nonna di due ragazze di 18 e 16 anni e si diverte molto con loro: “Sono ragazze molto perbene, che amano la natura“.

Riguardo alle esperienze dolorose della sua vita, l’attrice spiega: “Ho i dolori che hanno avuto tutti. La morte di mia madre a 55 anni… Io sono andata fuori di testa, con la mia macchina andavo su una strada grande di Roma e puntavo le signore bionde che assomigliavano a mia madre. Se ne è andata con un tumore. Poi mio padre, mio marito… Questi sono i dolori che fai i conti con la vita, per tutti noi. Mi sono fatta aiutare da un medico. Ultimamente, da 9 anni a questa parte ne ho avuti tanti, sempre col sorriso. La mia anima è privata e non deve pesare alle persone“.

La dignità il valore principale: la decisione di dire basta all’amore

Posso dire che ho vissuto, sempre pienamente, senza farmi troppo domande, sempre con dignità“, continua Cléry, “La mia dignità penso che sia tutto perché hai un modo di comportarti, di reagire, di avere un limite, anche se sembra di no io ho sempre la testa sulle spalle“.

Corinne Cléry
Corinne Cléry

Proprio questo valore l’ha convinta a “chiudere bottega” per quanto riguarda gli uomini: “Oggi posso finire la mia carriera di femmina, basta. Sempre per dignità. Crescendo voglio scoprire altre cose, con un sano egoismo, pensare un po’ a me. Voglio vivere le amiche, che sono le stesse da 40 anni, tutti sono grandi a casa. Posso essere spensierata, libera di testa. Sono una fortunata, non è che mi ritiro perché sono stata traumatizzata, ho avuto tanto e ora basta“.

Il grande amore per Beppe Ercole

Ogni volta che hai un grande amore pensi sia l’unico, io ho amato tantissimo i miei mariti“, esordisce l’attrice. Tra questi un posto speciale lo ha Beppe Ercole, che è stato un amore maturo: “Mi ha fatto una corte incredibile, per due giorni“. Dopo le molte resistenze dell’attrice: “Siamo andati a cena, la sera stessa abbiamo vissuto insieme. Una storia pazzesca, anche litigarella“.

La morte di Ercole è stato un duro colpo: “Sono 9 anni che non c’è più. Sto bene perché ho fatto tutto con amore, rifarei tutto. Io non amo lamentarmi, quindi mi sono chiusa diversi mesi. L’ho coccolato, protetto, e oggi posso parlare di lui sorridendo, pensando alle cose belle e positive che ho avuto con lui. Ho la scatolina delle sue ceneri a casa, lo spolvero un po’, ci chiacchiero… Lui lo immagino che sta bene, che fa qualche scherzo su“.

Anche con Serena Grandi oggi c’è una grande amicizia e Cléry le è vicina per quello che sta passando. L’attrice ha infatti un tumore al seno, che sta affrontando da vera guerriera, dichiara Cléry: “Quello che sta passando… Ha una dignità che auguro a tutte le donne che stanno attraversando quello che sta passando lei possano avere“.