Lo chef Massimo Donato che ha rifiutato di mettere il parmigiano sul pesce (Foto Facebook)

Un bizzarro siparietto si è svolto in un ristorante italiano di Londra. Il buon gusto dei piatti italiani è stato “minacciato” dalle richieste discutibili di un cliente, così lo chef-proprietario del Maximo Italian Bistrot ha difeso duramente la patria cucina. Un cliente ha infatti richiesto del parmigiano da aggiungere ad un piatto di pesce, poi si è lamentato su TripAdvisor perché lo chef si è categoricamente rifiutato di accogliere la sua richiesta. La risposta del titolare del bistrot alla recensione negativa poi ha chiuso la faccenda con parole velenose.

Parmigiano sul pesce? Se lo scordi

L’utente Zwelithini M. ha spiegato le sue ragioni online su TripAdvisor.

Secondo lui, al suo piatto di ravioli di granchio mancava qualcosa, così ha richiesto del parmigiano. “I miei piatti mi piacciono pieni di formaggio”, si è giustificato online. Cuochi e camerieri, originari della Sardegna, hanno rifiutato più volte, dando una semplice spiegazione: su quel piatto, il formaggio non ci va. Dopo aver insistito, il cliente si è arreso e ha mangiato il piatto senza aggiunte, non volendo fare polemica all’interno del ristorante. Tornato in albergo, ha però deciso di lasciare una cattiva recensione su TripAdvisor, intitolandola “Il servizio in questo posto è peggio dello sterco di mucca“.

Questo ha mandato su tutte le furie lo chef Massimo Donati, che gli ha risposto per le rime, difendendo le regole basilari della cucina italiana.

Il botta e risposta su TripAdvisor fra cliente e chef (Foto Screenshot da TripAdvisor)
Il botta e risposta su TripAdvisor fra cliente e chef (Foto Screenshot da TripAdvisor)

La velenosa risposta dello chef

“Non ci sono parole per la tua maleducazione e per la richiesta sciocca. La parte più difficile è stata spiegarti le ovvie ragioni del mio rifiuto. Ecco alcune regole fondamentali della cucina italiana che probabilmente non conosci: non chiedere mai ananas sulla pizza; non mettere mai la panna nella carbonara; mai chiedere una pasta Alfredo (chi è questo Alfredo?); non mettere mai il pollo nel sugo all’arrabbiata; e ultimo, ma non meno importante, mai, mai, mai chiedere formaggi su un piatto di pesce.

Regole semplici come l’ABC. Dovresti ringraziarmi per non averti fatto rovinare il piatto che stavi mangiando. Ci sono un sacco di falsi ristoranti italiani gestiti da persone avide che permettono ogni tipo di abominio. Prova il parmigiano sullo sterco di mucca, dovrebbe avere un buon sapore per te. A quanto pare, non per tutti il cliente ha sempre ragione. Soprattutto quando si tratta della cucina italiana e sarda.

Lo chef sardo Massimo Donato nel suo bistrot a Londra (Foto Facebook)
Lo chef sardo Massimo Donato nel suo bistrot a Londra (Foto Facebook)