Era scomparso dalla Germania l’anno scorso, ritrovato a Roma Fiumicino

Molto spesso si sentono storie di ragazzi che scompaiono da casa, alcune hanno un finale drammatico, altre, come questa, si concludono con un lieto fine. È la storia di André G., 36 anni. Era scomparso dalla Germania nel novembre 2018. Ieri, 1 maggio, i suoi familiari lo hanno finalmente ritrovato all’aeroporto di Roma Fiumicino

Scomparso nel 2018

I motivi dell’allontanamento non sono ancora noti. Ciò che si sa è che questa storia, della quale si era occupata anche la trasmissione televisiva Chi l’ha visto?, ha avuto un lieto fine. André, un ragazzo di 36 anni, si era allontanato nel novembre 2018 dalla sua casa a Düsseldorf, in Germania.

I parenti non avevano più avuto notizie né contatti telefonici con il ragazzo dal gennaio scorso. Così, hanno iniziato a cercarlo, rivolgendosi anche a tv e stampa. Sono riusciti a risalire agli ultimi spostamenti del 36enne.

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Dopo aver scoperto che si trovava all’aeroporto di Roma Fiumicino, si sono rivolti alle forze dell’ordine, che si sono mobilitate immediatamente affinché avvenisse il ricongiungimento. André era diventato un senza fissa dimora nello scalo aeroportuale.

 

Arma dei Carabinieri Comando Presidio Aeroporto di Fiumicino. Immagine: Google Maps
Arma dei Carabinieri Comando Presidio Aeroporto di Fiumicino. Immagine: Google Maps

Il ritrovamento dei carabinieri

Una pattuglia dei carabinieri del presidio dell’aeroporto di Fiumicino ha rintracciato il 36enne mentre discuteva con la mamma e la zia, arrivate dalla Germania. Si trovavano tutti e tre al Terminal 3 delle partenze. I familiari preoccupati dopo averlo riabbracciato desideravano delle spiegazioni. Prima di ripartire per la città tedesca, gli agenti hanno accompagnato André nella parrocchia aeroportuale. Da tempo, la comunità del Leonardo da Vinci si occupa di realtà di disagio. Lì si sono occupati del giovane, lo hanno assistito, gli hanno fornito abiti puliti e cibo.

Dopo l’aiuto prestatogli, i carabinieri hanno scattato una foto ricordo con il ragazzo e la sua famiglia. E, infine, i tre sono ripartiti alla volta della Germania.