TV e Spettacolo

Fabrizio Moro canta “Pensa” e lo studio esplode in un applauso infinito

Fabrizio Moro canta "Pensa" e in studio srosciano appalusi per il ricordo a Falcone e Borsellino
fabrizio moro canta a domenica in

Un momento forte e commovente che va ben oltre l’effetto di una canzone entrata nella hall of fame del panorama musicale italiano. Fabrizio Moro, ospite di Mara Venier a Domenica In ha incantato il pubblico esibendosi dal vivo sulle note di Pensa, canzone gli valse la vittoria al Festival di Sanremo del 2007.

Fabrizio Moro canta pensa, ma l’applauso è tutto per Falcone e Borsellino

Il cantante che ammette di non amare rivedersi nelle sue esibizioni dopo averle eseguite, ripercorre i momenti della sua carriera e della sua vita.

Tra i tanti punti toccati c’è quello che lo ha lanciato sul panorama musicale italiano; un brano, un manifesto che gli è valso una vittoria al Festival di Sanremo. Si tratta del brano Pensa che, su richiesta della padrona di casa, Fabrizio Moro ha eseguito il brano in studio, sullo sfondo la foto di Falcone e Borsellino e in studio si è creata la magia. “È una canzone molto più grande di me”, ha commentato il cantante dopo l’esibizione e dopo la standing ovation dello studio dedicata proprio ai due magistrati.

L’amore per la figlia e il rapporto con Ermal Meta

Non solo Pensa, Fabrizio Moro ha eseguito anche il brano, Portami via dedicato alla sua bambina, Anita.

È la canzone d’amore più bella che ho scritto, forse per l’unica donna che ho amato davvero… insieme a mia madre”, ha detto Moro e poi ha aggiunto “L’amore… cosa riesce a fare, ha triplicato tuto. Questa è stata la canzone della mia rinascita”. Fabrizio Moro ha parlato anche del suo legame con il collega Ermal Meta, i due si sono incontrati al Festival di Sanremo 2017, quando entrambi concorrevano con due brani: Moro con Portami via e Meta con Vietato Morire.

Il cantane racconta di come dal loro incontro entrambi hanno capito la stessa cosa: “Ci siamo detti subito ‘ siamo due sopravvissuti io e te’ e il progetto è nato subito dopo”.

Potrebbe interessarti