Piedi di neonato

A Perugia una mamma ha dato alla luce tre splendide bambine in seguito ad un raro parto trigemellare. Un evento straordinario, che si verifica una volta su un milione di gravidanze. Una volta ogni due anni, se ci fermiamo ai casi registrati in Italia. Venute al mondo nella notte tra il 2 ed il 3 maggio scorso all’ospedale Santa Maria della Misericordia, le tre bimbe sono nate dopo essere rimaste attaccate alla stessa placenta. Un’eventualità rara, che ha fatto sì che nascessero davvero uguali tra loro.

3 neonate, una sola placenta

Ad aiutare la 38enne, che ha partorito con un parto cesareo, c’erano i dottori Claudia Giordano, Laura Giannone, Valeria Gavagni, Nicola Tramontano (anestesista) e dall’ostetrica Alessia Natalicchi.

Gaia, Ginevra e Flavia, questi i nomi scelti dai genitori, sono attualmente sotto osservazione dei dottori, nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale. Ma stanno bene, e non sembra abbiano sofferto questo particolarissimo parto. Anche la mamma delle tre neonate non ha subito conseguenze, come ha prontamente comunicato il direttore del reparto, Giorgio Epicoco.

La mamma, una 38enne di Panicale (Perugia), come riporta il sito dell’ospedale, è piena di gioia.

Le emozioni  provate in questi giorni non si sono ancora  placate – spiega la neomamma – un mix di attesa, paura e felicità. Ci vorrà ancora tempo per calarsi nella nuova realtà, ma confido nell’aiuto di mio marito e dei nostri familiari”.

Nate a pochi minuti di distanza

Gaia, Ginevra e Flavia sono nate a pochissimi minuti di distanza le une dalle altre. Un’eventualità, questa, che potrebbe formare, chissà, un legame fortissimo tra le 3 sorelle in futuro.

Un caso simile si registrò, sempre a Perugia, lo scorso anno, con il parto trigemellare che diede alla luce altre 3 bimbe Chloe, Emely e Mia.

Sempre grazie all’aiuto del dottor Giorgio Epicoco.

A dimostrazione del fatto che, nella cittadina umbra, ci siano strutture ospedaliere di eccellenza in tema di gravidanze “fuori dall’ordinario”.