attilio fontana primo piano

Il governatore leghista della Lombardia Attilio Fontana sarebbe indagato per abuso d’ufficio. L’inchiesta è quella che ieri ha fatto tremare tutto il nord Italia e che ha portato a 43 misure cautelari.

Attilio Fontana indagato

L’Ansa conferma che Attilio Fontana sarebbe indagato per abuso d’ufficio in merito alla nomina per un incarico in Regione del suo “socio di studio” Luca Marsico. Proprio Marsico era stato candidato con FI alle regionali 2018, ma non era stato eletto. Fontana si era presentato di persona ieri, senza appuntamento, dal Procuratore come “parte offesa” per avere notizie, poi la sua posizione sembra essere peggiorata nell’arco della giornata.

Sotto la lente c’è una intercettazione di Coianello, ex coordinatore provinciale FI di Varese, che, nel marzo 2018, propone un’assunzione alla direzione Formazione regionale di Giuseppe Zingale, direttore generale della società Afol Metropolitana, in cambio anche di alcune consulenze per il valore di 80/90mila euro all’anno a favore di quello che Coianello chiama “il nostro amico di studio”, da intendersi, sembra, come Marsico.

Immagine in alto: Commons Wikimedia, autore: Associazione Amici di Piero Chiara/ dimensioni modificate