Politica

Venezuela, arrestato il braccio destro di Guaidò

Venezuela - Edgar Zambrano, braccio destro di Guaidò, è stato arrestato dal regime di Nicolas Maduro, dopo essere uscito dalla sede del partito
I momenti dell'arresto di Zambrano a bordo della sua auto

Edgar Zambrano, braccio destro di Guaidò, è stato arrestato dal regime di Nicolas Maduro. Edgar Zambrano è il vicepresidente dell’Assemblea nazionale, guidata proprio dall’opposizione di Guaidò.

L’annuncio di Guaidò

Allertiamo il popolo del Venezuela e la comunità internazionale che il regime ha sequestrato Edgar Zambrano“, ha rivelato ieri con un post il leader dell’Assemblea nazionale che appena qualche mese fa si è autoproclamato presidente ad interim. A Zambrano, e ad altri sei deputati, l’Assemblea nazionale costituente (Anc) ha revocato appena qualche giorno fa l’immunità dopo la partecipazione al tentativo di sollevamento militare del 30 aprile.

L’arresto di Zambrano

A raccontare quanto accaduto a Zambrano è il deputato Oscar Rondero di Azione Democratica, movimento di opposizione. Secondo Rondero, Zambrano aveva da poco lasciato la sede del partito e si trovava a bordo della sua auto, quando questa è stata circondata da agenti dei servizi segreti. Zambrano si sarebbe rifiutato di scendere dalla sua auto e gli agenti avrebbero fatto ricordo ad una gru per portare via l’auto con dentro il braccio destro di Guaidò.

Zambrano è stato portato nel carcere di El Helicoide. Anche il presidente autoeletto ha raccontato quei momenti: “Sono arrivati ​​all’assurdità di portarlo via con una gru mentre era a bordo del suo veicolo, violando tutti i processi ed esibendo l’autoritarismo a cui obbediscono“. E ancora, Maduro “ha intenzione di disintegrare il potere che rappresenta tutti i venezuelani, ma non ci riusciranno“.

Foto in alto: Ansa

Potrebbe interessarti