Salvatore Giardina Massimo Giletti


Tensione alle stelle tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso, Salvatore Giardina, durante la puntata di Non è l'Arena in diretta dal comune siciliano. L'argomento scotta, ed è uno dei binari portanti di questa stagione del format: il caso delle sorelle Napoli. Sono le tre donne che hanno denunciato pubblicamente le intimidazioni che avrebbero subito dalla cosiddetta 'mafia dei pascoli' e che hanno avviato una battaglia a viso aperto contro la presunta omertà intorno alla loro situazione.

Giletti contro il sindaco di Mezzojuso

La piazza di Mezzojuso ha accolto la diretta di Non è l'Arena del 12 maggio scorso, con Massimo Giletti impegnato in un confronto vis-à-vis con Salvatore Giardina, sindaco del comune siciliano da mesi terra di una serrata battaglia intestina.

La traccia della puntata ha avuto come filo conduttore il caso delle sorelle Napoli, che si sono dichiarate apertamente vittime della 'mafia dei pascoli'. Determinate nel non cedere alle presunte pressioni malavitose sul loro lavoro nelle terre di proprietà, sono le protagoniste di una vicenda ormai di dominio nazionale.

Giletti ha deciso di dedicare un appuntamento del suo talk al confronto diretto con la comunità e con il primo cittadino, le cui dichiarazioni, in più di una occasione, hanno scatenato la reazione del conduttore. L'ultimo atto di una bagarre mediatica senza sconti si è avuto proprio nel corso della puntata, quando Massimo Giletti ha incassato un pesantissimo j'accuse da parte di Salvatore Giardina. Il sindaco lo ha definito un "falsificatore" della realtà, portando il dibattito su un grado di tensione sempre più incontenibile.

Il giornalista ha deciso di affrontarlo senza riserve, e tra i due interlocutori si è innestato un pericoloso faccia a faccia a distanza ravvicinata. "Mi mette le mani addosso?", ha chiesto Giletti, a cui Giardina ha risposto prima di abbandonare il palco: "Non mi permetterei mai, ma prima di raccontare queste storie lei dovrebbe studiare".

Durante la serata, è stato trasmesso un filmato in cui Giardina dava del 'farabutto' al conduttore, durante un colloquio rovente con Nunzia De Girolamo. A quell'epiteto, la piazza ha risposto con un applauso che ha spinto Giletti a scendere davanti alla platea e chiedere conto di quel moto di gradimento per l'offesa ricevuta dal sindaco.

Il caso delle sorelle Napoli

Il clima 'infiammabile' intorno al caso Napoli non è un inedito, ma costituisce una cornice collaterale alla vicenda che, più volte, è approdata in tutta la sua controversa natura ai microfoni di Non è l'Arena. Da mesi, la trasmissione si occupa della situazione delle sorelle di Mezzojuso, scontrandosi con pareri contrastanti all'interno della comunità.

Irene, Anna e Ina Napoli hanno denunciato pubblicamente la mafia, e si sono dette impegnate in una durissima guerra contro i clan che vorrebbero appropriarsi delle loro terre. Intorno al piccolo comune del Palermitano gravita l'ombra del boss Bernardo Provenzano, e di un anacronistico tessuto omertoso per molti difficile da dissolvere.

Le sorelle Napoli hanno ereditato dei terreni dai loro genitori e, nel tempo, sarebbero diventate bersaglio di continui atti intimidatori: "Hanno avvelenato i cani, hanno lasciato delle pozzanghere di sangue; infine, hanno rotto le recinzioni e hanno mandato vacche, pecore e cavalli a distruggere tutto". Questa la sintesi di quanto avrebbero subito negli anni, situazione di cui gran parte dei concittadini sostiene di non aver mai avuto il sentore.

*immagine in alto: Non è l'Arena (frame)