Daniele De Rossi

Il 26 maggio scenderà in campo per l’ultimo atto da capitano della Roma, proprio lui che aveva ereditato quella fascia dall’unico Capitano che tutta Italia non riesce a dimenticare, Francesco Totti. Ora la Roma deve dire addio ad un altro capitano, Daniele De Rossi.

De Rossi saluta l’Olimpico

615 partite giocate e 63 gol segnati. De Rossi lascia la Roma e l’Olimpico definitivamente il prossimo 26 maggio, dopo l’ultima partita contro il Parma. Lo ha annunciato la AS Roma con un comunicato, un freddo saluto per chi ha indossato la fascia dal maggio del 2017 quando proprio non era facile dimenticare chi lo aveva preceduto.

Non gli è stato prolungato il contratto per un anno, e come molti prima di lui, De Rossi non è ancora pronto a smettere. Si trasferirà con la famiglia negli USA pronto a continuare a giocare a pallone.

È entrato a far parte del settore giovanile del Club nel 2000, arrivando a debuttare in prima squadra nel 2001, prima di affermarsi rapidamente come uno dei migliori interpreti del suo ruolo“, si legge nel comunicato. “Presenza dominante nel cuore del centrocampo per quasi due decenni, De Rossi ha ufficialmente ereditato la fascia di capitano da Francesco Totti a seguito del suo ritiro nel maggio del 2017“.

Con la Roma ha vinto due volte la Coppa Italia, nel 2007 e nel 2008, e per una volta la Supercoppa nel 2007.

Le parole di Pallotta

Le parole di Pallotta raccontano molto quanto De Rossi abbia significato per la Roma: “Ha sempre incarnato il tifoso romanista sul campo con orgoglio, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti d’Europa, a partire dal suo debutto nel 2001 fino a quando ha assunto la responsabilità della fascia da capitano“.

Il 26 maggio sarà un giorno triste per i tifosi giallorossi: “Ci commuoveremo tutti quando, contro il Parma, indosserà per l’ultima volta la maglia giallorossa e rispettiamo la decisione di proseguire la sua carriera da calciatore, anche se, a quasi 36 anni, sarà lontano da Roma“.

Visualizza questo post su Instagram

HAPPY SUNDAY! ??❤️ #ASRoma

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma) in data:

La reazione di De Rossi

AGGIORNAMENTO – Intanto Daniele De Rossi ha parlato in conferenza stampa: “Mi è stato comunicato ieri, ma io ho 36 anni non sono scemo, e questo mondo lo conosco.

Avevo capito se nessuno ti chiama per 10 mesi neanche per ipotizzare un contratto la direzione è quella“. Il capitano della Roma non è ancora pronto a dire basta, ma qualcosa da ridire sulle modalità della società ce l’ha: “Mi sento ancora un calciatore e sarebbe ingiusto per me non continuare. Mi è un po’ dispiaciuto che ci siamo parlati poco quest’anno, spero che la società migliori in questo, ma è giusto che sia il club a decidere e metta un punto“. Intanto pensa che potrebbe esserci nel suo futuro la carriera di allenatore, ma di fare il dirigente, pare che proprio non se ne parli.