carabinieri

I carabinieri hanno scoperto a Sant’Urbano, in provincia di Padova, i cadaveri di due anziani, morti pare per cause naturali, all’interno di una legnaia di un’abitazione. Dalla ricostruzione delle indagini sembra che sia stato un parente, un uomo di 55 anni, a nascondere i corpi.

I corpi scoperti

Nel pomeriggio di ieri sono stati scoperti due cadaveri in una villetta nella provincia di Padova. I due cadaveri appartenevano a una 88enne morta sei mesi fa e a un 90enne morto tre anni fa. Il figlio e nipote dei due cadaveri avrebbe rivelato di aver nascosto i due corpi per continuare a percepire la pensione. Le condizioni dei due corpi al momento del ritrovamento hanno probabilmente aiutato a capire i tempi delle morti: il cadavere dell’anziana era stato avvolto nel cellophane, mentre quello dello zio era ormai ridotto ad uno scheletro ed era nascosto all’interno di una cassetta di legno.

Cosa succede ora

Dopo la scoperta, il 55enne è stato denunciato per occultamento di cadavere e truffa aggravata. Al caso hanno lavorato i carabinieri del Nucleo Investigativo di Padova, del Radiomobile della compagnia di Este e il reparto investigativo del radiomobile di Padova. Intanto il magistrato di turno della Procura di Rovigo ha disposto l’autopsia sui due corpi in modo da chiarire le cause della morte.