3 lettere scritte in corsivo


Una fitta corrispondenza a tinte rosa tra la moglie e un ignoto spasimante scoperta dopo 30 anni, poi l'insano gesto per farla finita. È la cronaca di quanto accaduto a un anziano di Milano, che a 73 anni si è trovato a fare i conti con un presunto tradimento da parte della donna della sua vita. Quelle lettere, sommerse di polvere e custodi di un segreto lungo decenni, hanno scatenato un terremoto di coppia che stava per sfociare nel dramma.

Lettere segrete scoperte dopo 30 anni

I riflettori delle cronache si sono accesi sul ménage di una coppia di Milano che ha sfiorato la tragedia. Protagonista un anziano, 73 anni e una vita vissuta al fianco dell'inseparabile consorte. Ma tra lui e la donna che ha sposato c'era un segreto. Qualcosa di inaspettato che sarebbe emerso, per caso, dopo 30 anni.

L'uomo avrebbe scoperto delle lettere tra la moglie e un corteggiatore a lui sconosciuto, forse un amante, e non avrebbe retto al presunto tradimento. Intento a sistemare i documenti in un cassetto, si sarebbe imbattuto nella misteriosa quanto controversa corrispondenza, per poi meditare un gesto estremo.

Due tentativi di suicidio

Il 73enne avrebbe reagito nel peggiore dei modi, provando a togliersi la vita. Avrebbe cercato di gettarsi dalla finestra, fermato in tempo dalla moglie e da alcuni parenti.

Sarebbero passate poche ore, però, prima del secondo tentativo di suicidio. Secondo quanto emerso, sarebbe uscito di casa con quel drammatico proposito ma prima sarebbe passato da suo figlio per un ultimo saluto. La moglie ha allertato la polizia, dopo aver cercato invano di contattarlo telefonicamente.

Gli agenti hanno provato a intercettare la sua posizione attraverso un'app sul suo smartphone, ma il 73enne l'avrebbe disattivata per evitare di essere localizzato. Le ricerche hanno avuto comunque esito positivo, e l'uomo è stato rintracciato in via Lombardini. Seduto in macchina e pronto a uccidersi per amore, una corda accanto per concludere la storia.