Max Biaggi e il suo papà

Non si è mai pronti per questo, ma ora più che mai non lo sono proprio”, esordisce così Max Biaggi in un lungo post sul suo profilo Instagram nel quale ha annunciato la scomparsa del papà. Il pilota che si trovava a Parigi nelle ultime ore è corso a Roma per salutare per l’ultima volta il genitore.

Lutto per Max Biaggi: è mancato papà Pietro

Il sei volte campione del mondo ha perso il suo fan e sostenitore numero uno. Pietro, o Sor Pietro, come lo chiamavano in molti, si è spento oggi a Roma all’età di 77 anni.

Un papà che ha sempre avuto un ruolo centrale nella vita del figlio, un vero e proprio pilastro. Ad annunciare la sua scomparsa, lo stesso Max Biaggi con un lungo post su Instagram.

Il padre del pilota era una figura molto nota nel Paddock, soprannominato Sor Pietro, ha seguito e sostenuto la carriera del figlio dall’inizio. Ricordato da chi l’ha conosciuto come una persona positiva, dal carattere genuino, spontaneo e pieno di energia.

Il commovente post su Instagram di Max Biaggi

Il pilota che si trovava a Parigi, saputo dell’aggravamento delle condizioni paterne è volato a Roma, ma non ce l’ha fatta.

Non mi hai aspettato Papà mio. Ho provato invano ad arrivare in tempo ma ho fallito” scrive Biaggi. “Il mio più grande rammarico è stato quello di non essere riuscito ad abbracciarti per l’ultima volta chissà se riuscirò mai a perdonarmelo… ma conoscendomi bene lo escluderei”.

Biaggi ha poi ricordato il suo papà, il suo essere sempre presente e di essere stato un punto di riferimento, una colonna portante della sua vita.

Tu per me ci sei stato sempre e io avrei dovuto essere lì al tuo fianco. Ho una voragine nel cuore. Come vorrei che oggi non fosse oggi. Perdonami. Sei e rimarrai sempre il mio Eroe”.

I messaggi di cordoglio

Biagio Antonacci, Anna Falchi, Loris Capirossi… in tanti hanno espresso il loro cordoglio per il lutto dell’amico. “Amico mio la vita porta e riporta ti sono vicino (…) ti abbraccio forte” scrive Antonacci, “Max sono sempre con te, con l’affetto di sempre” commenta Anna Falchi. Oggi e domani le moto del Max Racing Team correranno con il nastro nero in segno di lutto.