luna

La Luna è scossa da terremoti e si sta progressivamente restringendo, questi sono i risultati di uno studio condotto dagli scienziati dell’università del Maryland e pubblictao sulla rivista Nature Geoscience. La sonda della Nasa, la Lunar Reconnaissance Orbiter, ha catturato le immagini di moltissime scarpate presenti sul suolo lunare dal 2009, ma solo adesso, grazie allo studio condotto negli USA, si sa che nei pressi di queste, si sarebbero verfiicati 8 terremoti, segno che la Luna è interessata da un’intensa e inedita, tra i pianeti del sistema soalre (esclusa la Terra, ovviamente), attività geologica.

I terremoti sulla Luna

Dal 1969 al 1977, sono stati attivi sulla Luna dei sismografi portati dalle missioni Apollo che hanno registrato ben 28 terremoti sul suolo lunare di magnitudo compresa tra 2 e 5. Grazie a un algoritmo ideato dagli scienziati e applicato per elaborare tali dati, è stato possibile individuare l’epicentro dei terremoti, 8 dei quali si sarebbero verificati proprio in prossimità delle faglie tettoniche e, come ha spiegato Nicholas Schmerr del dipartimento di geologia dell’università del Maryland, questo significa che le faglie tettoniche sono ancora attive e che hanno causato l’attività sismica.

Considerato che sugli altri pianeti del sistema solare in cui è stato possibile monitorare l’attività sismica non è stato attestato alcun movimento degno di nota, il fatto è sorprendente. Come accade sulla Terra, dove i terremoti sono causati dal movimento delle placche, anche sulla Luna si può ipotizzare un’attività simile. Thomas Watters del Centro Studi Planetari e sulla Terra si è così espresso in merito: “Molto probabile che gli otto sismi a cui facciamo riferimento siano stati prodotti da faglie in scorrimento, nel momento in cui è stata rilasciata la tensione accumulata per compressione, dovuta sia alla contrazione del satellite sia alle forze di marea prodotte dalla Terra“.

luna e terra
Immagine di repertorio

La Luna si sta restringendo?

Secondo lo scienziato Nicholas Schmerr, sarà quindi necessario tornare sul nostro satellite con una missione volta ad approfondire gli studi sulla geologia del suolo lunare. Il tema dei terremoti sulla Luna è strettamente connesso anche alle faglie inverse situate sul suolo e che sarebbero state l’epicentro di 8 terremoti. Le faglie inverse sono dei dirupi che si aprono sul suolo lunare.

Questi dirupi, avrebbero spinto gli autori dello studio dell’università del Maryland, a ipotizzare che la Luna si starebbe progressivamente restringendo, come se si essiccasse. Sarebbero 3.500 le scarpate immortalate dalla Lunar Reconnaissance Orbiter, la sonda della Nasa che dal 2009 ha orbitato intorno al satellite della Terra. Anche questo rientrerà sicuramente tra i temi da approfondire in una futura missione sulla Luna.

luna
Immagine di repertorio