cane

Dagli Stati Uniti una storia che ha fatto il giro del mondo, destinata a uno strascico di polemiche senza precedenti. Un cane sano è stato soppresso per essere sepolto con la padrona, proprio secondo le ultime volontà della donna. Teatro dei fatti la città di Richmond, in Virginia, arena di un feroce dibattito che ha invaso i media internazionali. Emma era di razza Shih Tzu, e non è sfuggita al destino scelto per lei dalla sua proprietaria. Nonostante la battaglia di un gruppo di animalisti, la sua fine è arrivata come indicato nel testamento.

La padrona muore, il cane sano viene soppresso

La padrona di Emma, una donna residente in Virginia, se n’è andata lasciando ai posteri le sue ultime volontà. In quel testamento, nero su bianco, anche la condanna a morte per la piccola Emma, cane di razza Shih Tzu che la donna ha scelto di far seppellire con sé.

Un desiderio che l’esecutore di quelle disposizioni ha portato a compimento nonostante l’agguerrita opposizione di tanti. Il caso ha dato vita a un aspro dibattito in tutto il Paese, complice l’attenzione mediatica sollevata dagli animalisti del Chesterfield County Animal Service.

Secondo la Cnn, il cane sarebbe stato soppresso a fine marzo, dopo essere stato prelevato dal rifugio che lo aveva preso in carico in attesa dell’eutanasia. A destare indignazione è il fatto che l’animale godesse di ottima salute e sia morto esclusivamente per un capriccio della sua proprietaria.

Tanti cittadini hanno cercato di impedirne l’uccisione, chiedendo che Emma venisse data in adozione. Ma non è stato possibile fermare quel circuito di morte. L’animale è stato ucciso e cremato, e le ceneri sarebbero state sepolte accanto al feretro della padrona.

Il presidente della Virginia Funeral Directors Association, Larry Spiaggi, ha sottolineato il vigente divieto di seppellire resti animali nei cimiteri pubblici.