Marco Liorni

Racconti di vita, di sogni, problemi quotidiani e tante emozioni: sono questi gli ingredienti salienti dalla fortunata formula di Italia Sì, trasmissione di Marco Liorni in onda su Raiuno. E mentre il conduttore si appresta al debutto con Reazione a Catena, spuntano novità succose sui prossimi appuntamenti del weekend. La prima edizione di Italia Sì si concluderà con due puntate davvero speciali: sabato 25 maggio solito orario, 16.40, domenica 26 maggio una vera sorpresa. Per l’appuntamento finale, infatti, il programma prenderà il posto de La prima volta di Cristina Parodi.

Marco Liorni raddoppia

La prima edizione di Italia Sì volge al termine e, in occasione del gran finale di stagione, Marco Liorni raddoppia ‘occupando’ lo spazio pomeridiano che fu de La prima volta (format condotto da Cristina Parodi e ormai concluso).

La formula della trasmissione si è rivelata vincente, con il conduttore affiancato da Elena Santarelli, Rita Dalla Chiesa e Mauro Coruzzi.

Per chiudere in bellezza, in attesa del ritorno nei palinsesti di settembre, il pubblico di Italia Sì potrà godere di un doppio appuntamento: sabato 25 e domenica 26 maggio prossimi. Il primo, in diretta, sarà in onda nella consueta fascia dalle 16.40, il secondo, invece, andrà al posto di Cristina Parodi.

L’ultima, intitolata Italia Sì! Podio e poi, è una puntata che si preannuncia speciale, al via dalle 17.35 con una carrellata di aggiornamenti sulle vicende più importanti affrontate nel corso dell’edizione.

Cristina Parodi pronta a lasciare?

Italia Sì si è rivelato un contenitore di grande successo, e c’è anche chi ipotizza un ‘raddoppio strutturale’ della trasmissione. Cristina Parodi dirà addio al suo format, cedendo definitivamente lo spazio della domenica al collega?

Si tratterebbe semplicemente di suggestioni: Marco Liorni avrebbe già un’agenda affollata di impegni, mentre la conduttrice si è congedata dal suo pubblico con un ‘Arrivederci’.

La prima volta ha registrato un andamento altalenante in termini di ascolti, non riuscendo a mettere ‘al sicuro’ il format a garanzia di una futura edizione.

Il clamoroso flop della Domenica In targata Parodi brucia ancora, e l’amaro in bocca non sembra essere passato con questo nuovo programma. A un discreto esordio è seguita una progressiva emorragia di consensi, sino ad assestarsi su una media del 12% di share.

Ed è a fronte di questo scenario ‘instabile’ che la Rai avrebbe preso del tempo per valutare il da farsi, riservandosi di decidere con calma sulle sorti della trasmissione.

*immagine in alto: ItaliaSì! (frame)