insegnante yoga foresta

Una storia incredibile quella di Amanda Eller, 35 anni, insegnante di yoga scomparsa due settimane fa alle Hawaii. La donna si è perduta durante un’escursione nella foresta nell’isola di Maui l’8 marzo e da allora le ricerche si sono susseguite ininterrottamente. Oggi la Eller è stata trovata viva e in buone condizioni, nonostante abbia dovuto vivere 2 settimane in condizioni molto difficili.

Insegnante di yoga trovata viva e in salute

Amanda Eller non è sembrata particolarmente scalfita da queste 2 settimane nella selvaggia foresta di Makawao, una riserva naturale sull’isola di Maui.

Come riporta ABC News, i soccorritori dichiarano di averla trovata senza ferite particolari, a parte qualche scottatura dovuta al sole. Eller ha perso le scarpe nella foresta, ma a parte quello non aveva avuto altri problemi.

Amanda Eller insieme ai volontari che l'hanno trovata. Foto: Facebook
Amanda Eller insieme ai volontari che l’hanno trovata. Foto: Facebook

Ha risposto correttamente a tutte le domande dei soccorritori, sapendo perfettamente da quanti giorni era dispersa, poi ha chiamato il padre rassicurandolo sulle sue condizioni, perfettamente lucida. La fisioterapista è sopravvissuta grazie all’acqua e alle piante locali di cui si è nutrita e, come riporta il Daily Mail, avrebbe dormito nella tana di un cinghiale coprendosi con delle felci.

Le forsennate ricerche

Amanda Eller è stata trovata in un burrone dopo settimane di ricerche portate avanti con droni e cani della Polizia. I genitori dell’insegnante di yoga avevano messo una ricompensa per il suo ritrovamento, alzata a 50mila dollari poche ore prima che le sue ricerche si concludessero.

Amanda Eller
Amanda Eller

L’ultimo a vederla era stato il suo ragazzo, Benjamin Konkol. Eller era poi uscita per un’escursione senza il suo telefono: “Lei è certamente ancora qui, solo che ancora non l’abbiamo trovata“, aveva detto alla ABC.

L’insegnante di yoga e fisioterapista è originaria del Maryland, ma vive alle Hawaii, ed era sua abitudine uscire senza cellulare quando voleva rilassarsi. Un’abitudine che tenta, un sogno uscire senza cellulare, ma che a quanto pare ha i suoi risvolti negativi.