donna con niqab di profilo

Una semplice domanda o una richiesta impossibile? Un medico inglese rischia l’espulsione dall’ordine per aver invitato la sua paziente islamica a levarsi il velo per una visita.

La denuncia del marito

Il dottor Keith Wolverson è un medico del Royal Stoke University Hospital di Hartshill, nella contea inglese dello Staffordshire. Qualche giorno fa ha visitato una sua paziente di religione islamica e per poter comunicare meglio con lei e capire meglio i sintomi, le ha chiesto di togliersi il velo.

Il marito della donna, venuto a conoscenza della richiesta, ha presentato una denuncia al Royal Stoke University Hospital.

L’ospedale non ha potuto fare altro che notificare la denuncia all’ordine dei medici, che ha deciso di segnalarlo per discriminazione razziale. Questa tipologia di accuse potrebbe portarlo anche alla radiazione.

Parlando dell’accaduto, il medico di Derby ha dichiarato: “Ho chiesto a una signora di rimuovere il velo del suo volto per una comunicazione adeguata, nello stesso modo in cui avrei potuto chiedere a un motociclista di rimuovere un casco”.

Il medico è convinto di essere dalla parte della ragione e ha invitato la collettività a riflettere sul trattamento riservato ai medici: Si è verificata una grave ingiustizia.

Ecco perché la gente aspetta così tanto tempo per riuscire a farsi visitare: i medici se ne vanno a frotte. Questo Paese non avrà più medici se continueremo a trattarli in questo modo”.

La reazione del web: petizione con 60mila firme

La notizia dell’incriminazione del dottor Wolverson ha fatto subito il giro del web ed è nata una petizione Stop al licenziamento del Dr Wolverson che conta ad oggi più di 60 mila firme.

Il creatore della pagina ha dichiarato che vorrebbe ottenere il maggior numero possibile di firme per salvare la reputazione del medico.

Le linee guida dell’Ordine britannico infatti sono molto chiare: i medici hanno l’obbligo di trattare con rispetto le convinzioni e gli abiti religiosi dei pazienti. I medici possono chiedere a una donna di togliere il velo, ma in caso di diniego devono andare avanti nella visita senza insistere.