Uccisa a 27 anni dal fidanzato con un piede di porco

Rosie Darbyshire era una ragazza di 27 anni che viveva a Preston. Il suo errore è stato, come spesso capita, di innamorarsi del ragazzo sbagliato. Ben Topping, 25 anni, è il nome del suo fidanzato nonché del suo assassino. L’ha brutalmente uccisa con un piede di porco, sfigurandola talmente tanto non farla riconoscere. La vicenda è accaduta a febbraio e adesso l’uomo è stato condannato all’ergastolo

La ricostruzione di quanto accaduto

Avevano frequentato lo stesso college e si erano ritrovati tramite Facebook. Stavano insieme da poche settimane, quando Ben Topping, di 25 anni, ha ucciso la fidanzata, madre single di 27 anni, Rosie Darbyshire.

È successo a Preston, nel Regno Unito, lo scorso 7 febbraio. Il giudice Mark Brown ha ricostruito quanto accaduto quel giorno: Topping aveva bevuto gin alle ciliegie in casa di Rosie a Whitmore Place, nel quartiere di Ribbleton. Se n’era andato dall’appartamento nelle prime ore del mattino. Un testimone, ascoltato dalle forze dell’ordine, ha detto di averli sentiti litigare. Il 25enne minacciava la ragazza, mentre lei urlava: “Per favore non farmi del male“.

Ben Topping. Immagine: Sito Lancashire Police
Ben Topping. Immagine: Sito Lancashire Police

Le telecamere di un negozio hanno mostrato Rosie che scappa per strada, cade, si alza in piedi e viene buttata di nuovo a terra dal fidanzato.

 A quel punto lui la colpisce ripetutamente alla testa con un piede di porco. Il giudice ha detto: “Si è trattato senza dubbio di un assalto violento“, e ha aggiunto che “un testimone ha visto oscillare [il piede di porco] come una mazza da golf“, si legge sul Lancashire Post.

Messaggi d'affetto, candele e fiori per Rosie Darbyshire. Immagine: RIP Rosie Darbyshire/Facebook
Messaggi d’affetto, candele e fiori per Rosie Darbyshire. Immagine: RIP Rosie Darbyshire/Facebook

Il ritrovamento della polizia

Durante il processo, la famiglia di Rosie Darbyshire ha lasciato l’aula mentre il giudice raccontava di come la ragazza è stata uccisa.

50 colpi sferrati con un piede di porco, 50 diverse ferite trovate sulla testa e sul viso che hanno reso la 27enne irriconoscibile. Era sfigurata a tal punto da far pensare inizialmente alla polizia, avvertita alle 2 del mattino da alcuni passanti, che fosse un uomo. Non appena gli agenti sono giunti sul luogo del delitto, Topping è fuggito abbandonando l’arma, ma è stato arrestato poco dopo. Il ragazzo è stato descritto dagli agenti come “molto ubriaco“, continuava a ripetere di non sapere cosa aveva fatto.

L’ufficiale che ha condotto le indagini, Geoff Hurst, ha dichiarato: “I miei pensieri e quelli della mia squadra sono per la famiglia di Rosie. Ben Topping è un individuo pericoloso che ha aggredito Rosie, una giovane ragazza indifesa, con molta ferocia. Ha lasciato un bambino di nove anni senza una madre e una famiglia distrutta che non sarà più la stessa“. 

Il funerale di Rosie Darbyshire. Immagine: Blog Preston Video/Facebook
Il funerale di Rosie Darbyshire. Immagine: Blog Preston Video/Facebook

Il processo

Il giudice Brown, durante l’udienza, ha detto: “Non c’è alcun dubbio, a causa della natura sostenuta, brutale e barbara dell’attacco, che c’era l’intenzione di uccidere“.

Rivolgendosi a Ben Topping, ha dichiarato: “Sei indubbiamente un uomo violento con precedenti penali per reati violenti. È difficile immaginare un attacco più orribile a una persona indifesa“. Topping, senza mostrare emozioni o pentimento, si è dichiarato colpevole di omicidio ed è stato condannato all’ergastolo. Alla fine del processo, i famigliari di Rosie hanno fatto sapere che, nonostante, sia ancora troppo forte il dolore per la perdita, sono sollevati per la dichiarazione di colpevolezza e per la condanna.