bambino disperato

Una maestra di 41 anni di una scuola elementare di Vicenza è indagata per tentata violenza sessuale nei confronti di un bambino di 10 anni. A denunciare che la docente dava baci al piccolo studente vicino e sulle labbra e gli inviava messaggi chiamandolo “amore mio”, sono stati i genitori del bambino che adesso frequenta la prima media.

Baci e messaggi all’alunno di 10 anni

Come riporta il Corriere del Veneto, i genitori di questo bambino di 10 anni hanno denunciato la maestra delle scuole elementari di Vicenza che frequentava il loro figlio dopo che hanno avuto modo di notare nel telefono del bimbo che c’erano dei messaggi in cui la docente si rivolgeva a lui chiamandolo “amore mio”.

Dopo che i genitori del piccolo hanno letto i messaggi, hanno parlato con il loro bambino che avrebbe riferito loro anche di essere stato baciato dalla maestra sulle labbra e vicino ad esse, più di una volta. Si sarebbe trattato di baci a stampo. Le molestie avrebbero avuto luogo l’anno scorso, quando il bimbo frequentava la quinta elementare, adesso ha cambiato scuola e frequenta la prima media.

Non si sa se le molestie che denunciano i genitori del piccolo abbiano avuto luogo in classe o in altro ambiente.

Le indagini sulla maestra di Vicenza

La maestra della scuola elementare di Vicenza si trova al momento indagata per il reato di tentata violenza sessuale su minorenne. Ma la docente, una donna di 41 anni, respinge con forza le gravi accuse che le vengono mosse, negando su tutta la linea. Il bambino di 10 anni vittima delle molestie da parte dell’insegnante sarebbe già stato sentito dagli inquirenti in un ambiente protetto. I genitori del bambino avrebbero anche mostrato ai carabinieri i messaggi dell’insegnante sul telefono del loro figlio. Ora, spetterà alle autorità indagare e poi stabilire cosa sia davvero accaduto.