Terapia Intensiva neonatale. Immagine di repertorio

Le ore del parto sono sempre complesse per le madri e per i piccoli. Sono momenti unici ma anche molto faticosi. La notte scorsa è accaduto qualcosa di grave in un ospedale di Benevento. Una donna ha avuto delle complicazioni durante il parto. Il neonato è stato portato in Terapia intensiva neonatale. Quando l’hanno saputo, i familiari della neo mamma hanno perso la testa e aggredito il medico.

Complicazioni durante il parto

Era stata portata all’ospedale Gaetano Rummo di Benevento per mettere al mondo il suo bambino, ma, questa notte è successo quello che nessuna donna vorrebbe accadesse.

Ci sono state delle complicazioni. Il parto doveva essere naturale, ma è stato necessario tirare fuori il piccolo. Come si legge su Fanpage, inizialmente, si è provato ad utilizzare la ventosa, uno strumento che si applica direttamente alla testa del neonato quando non riesce a uscire da solo. Ma anche in questo modo non c’è stato niente da fare, allora si è ricorso, inevitabilmente, al parto cesareo. Tutti questi tentativi hanno fatto sì che il piccolo nascesse in gravi condizioni. 

Ospedale Gaetano Rummo di Benevento. Immagine: Sito Azienda Ospedaliera S.Pio presidio G.Rummo-Benevento
Ospedale Gaetano Rummo di Benevento.
Immagine: Sito Azienda Ospedaliera S.Pio presidio G.Rummo-Benevento

È stato necessario ricoverarlo subito nel reparto di Terapia intensiva neonatale. Lì è monitorato costantemente dal personale medico, che gli sta fornendo tutte le cure. 

Reparto Neonatologia Terapia Intensiva ospedale Gaetano Rummo di Benevento. Immagine: Sito Azienda Ospedaliera S.Pio presidio G.Rummo-Benevento
Reparto Neonatologia Terapia Intensiva ospedale Gaetano Rummo di Benevento. Immagine: Sito Azienda Ospedaliera S.Pio presidio G.Rummo-Benevento

Ore di tensione in ospedale

I familiari della donna non hanno reagito bene alla notizia dei medici riguardo le condizioni del bambino. Durante la notte c’è stata una discussione con toni molto forti. Ma la vera tensione si è scatenata questa mattina, non appena il padre del neonato e la nonna hanno incontrato di nuovo il medico per chiedere informazioni. Parlando con lui, la rabbia, la disperazione, probabilmente anche la stanchezza, hanno preso il sopravvento. I due hanno aggredito il dottore, spintonandolo e schiaffeggiandolo.

Anche in questa occasione, come già durante la nottata, è stato necessario l’intervento della polizia e dei carabinieri per calmare i parenti della neo mamma e ristabilire l’ordine nell’ospedale.