Jessica Cox, nata senza braccia diventa pilota di aereo

Non tutti pensavano che potesse farcela, ma Jessica Cox, 36enne di Phoenix in Arizona, ha dimostrato che la perseveranza può trasformare i sogni in realtà. La ragazza, nonostante sia nata senza braccia, è riuscita a prendere il brevetto di volo, primo caso al mondo, pilotando l’aereo con i propri piedi. Il duro allenamento, del resto, non è un concetto nuovo per lei, dato che nel corso della vita ha imparato a guidare la macchina e suonare il piano, ma è anche diventata cintura nera di taekwondo ed un sub abilitato.

Il rifiuto delle protesi

Ancora oggi i medici non sanno perché Jessica sia venuta al mondo senza braccia: “Mia madre ha avuto una gravidanza normale – ha raccontato alla CNN E poi il giorno della mia nascita, è stato uno shock assoluto per entrambi i miei genitori, specialmente per mia madre”. La ragazza ha comunque avuto un’infanzia ricca di tante attività, dalla scuola alla danza, che le hanno insegnato il gusto per la ricerca e il raggiungimento di grandi obiettivi. Fin da piccola ha rifiutato l’idea delle protesi, preferendo un contatto più diretto con gli oggetti: “Non mi sono mai sentita a mio agio, fin dall’inizio.

Semplicemente pensavo che i piedi fossero meglio”.

Jessica Cox, nata senza braccia diventa pilota di aereo
Jessica Cox (Facebook/JCMSofficial)

L’amore per il volo

L’amore per il volo è nato quasi per caso, quando un pilota le ha mostrato la cabina di pilotaggio. Da quel giorno ha coltivato il sogno, riuscendo a trasformarlo in realtà solo molti anni più tardi, dopo essersi laureata all’Università dell’Arizona. Il percorso per prendere il brevetto non era facile, perché occorreva trovare il giusto istruttore e il tipo di aereo adatto ad essere pilotato solo con i piedi.

Dopo molte prove, la scelta è ricaduta su un piccolo aereo, che le permetteva di poggiare un piede sulla cloche e l’altro sulla manetta dell’accelerazione: “Ho avuto numerosi istruttori di volo e collaboratori durante la mia formazione, per cercare di far funzionare il tutto – ha detto la ragazza – Un’avventura di 3 anni per capire, attraverso tentativi ed errori, cosa avrebbe funzionato”.

Jessica Cox, nata senza braccia, cintura nera di taekwondo
Jessica Cox (Facebook/JCMSofficial)

Ispirazione per gli altri

Alla fine, nel 2008, Jessica Cox ha finalmente ottenuto il brevetto da parte della Federal Aviation Administration, diventando la prima persona senza braccia a raggiungere un simile traguardo.

La voglia di mettersi alla prova non le manca di certo e le sue imprese hanno finito per donarle una grande notorietà in tutto il mondo. Sente molto la responsabilità di trasmettere un messaggio di speranza agli altri, tanto da tenere conferenze in giro per l’America come speaker motivazionale: “Nella vita ho avuto dei modelli e delle fonti di ispirazione – ha concluso – E poiché li ho avuti, ora è mia responsabilità essere lo stesso per la prossima generazione”.

Immagine in alto: Facebook/JCMSofficial