Ambulanza. Immagine di repertorio

Quest’oggi, a Ravenna, in piazza del Popolo, si stavano svolgendo le prove per la parata di domenica 2 giugno, quando una donna di 45 anni si è avvicinata con un coltello a un gruppo di uomini della Guardia Costiera. Ha colpito un ufficiale al collo e alla testa. L’uomo è stato immediatamente portato al pronto soccorso. La 45enne, già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata.

La donna urlava frasi sconnesse 

Diego Tomat, capitano di vascello della Guardia Costiera di Ravenna, questa mattina stava svolgendo le consuete prove per la parata della festa della Repubblica del 2 giugno.

Era in cima al corteo, davanti ai suoi colleghi, quando, ad un tratto, una donna gli si è scagliata contro. Era armata di coltello, probabilmente da caccia, come si legge su Il Resto del Carlino. Durante l’aggressione ha urlato delle frasi sconnesse contro i militari; nel suo delirio ha nominato anche Putin e Berlusconi.

Piazza del Popolo a Ravenna dove è avvenuta l'aggressione. Immagine: Sito Turismo.it
Piazza del Popolo a Ravenna dove è avvenuta l’aggressione. Immagine: Sito Turismo.it

L’ufficiale è riuscito a difendersi

Fortunatamente le condizioni di salute dell’ufficiale Tomat non sono gravi. Durante la colluttazione è riuscito a difendersi, e la donna è stata immediatamente bloccata dai colleghi della Guardia Costiera e da Paolo Giacomini, comandante della polizia municipale di Ravenna.


L’uomo è stato portato al pronto soccorso della città dell’Emilia Romagna. Lì è stato medicato e dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Guardia Costiera. Immagine: Guardia Costiera/Facebook
Guardia Costiera. Immagine: Guardia Costiera/Facebook

L’arresto

La donna, che vive in Italia da anni con doppio passaporto, moldavo e rumeno, è stata arrestata per tentato omicidio, lesioni personali aggravate e violenza a pubblico ufficiale. È stata portata in un carcere femminile Avrebbe detto di essere lei stessa un ufficiale dell’esercito russo.

La 45enne era già nota alle forze dell’ordine per precedenti per violenza domestica. Inoltre, aveva già compiuto un’aggressione ai carabinieri a Galeata, in provincia di Forlì-Cesena.