Polizia di Viterbo Immagine Questura di Viterbo Facebook

Un cittadino di origine pakistana, residente a Viterbo, è stato arrestato questa mattina per il reato di violenza aggravata nei confronti di due bambine minori di 14 anni. Le avrebbe molestate, dopo averle seguite fino alle loro abitazioni, nel centro storico della città laziale. 

La violenza sulle bambine

Ha 29 anni l’uomo che è stato arrestato questa mattina dalla polizia di Viterbo. È di origine pakistana, ma regolare sul territorio italiano e risiede a Viterbo. All’inizio del mese di maggio, in diversi momenti, ha avvicinato e molestato due bambine di 11 e 13 anni.

Una delle due l’ha fermata mentre stava rientrando in casa nel centro storico della città del Lazio. L’altra proprio dentro il portone del palazzo; l’ha avvicinata con la scusa di chiedere se vi fossero appartamenti disponibili per affittarne uno. Con entrambe ha usato uno stratagemma per tentare approcci sessuali ed è riuscito a palpeggiarle nelle parti intime. 

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Le indagini

L’uomo è stato arrestato, come ha spiegato Gian Fabrizio Moschino, capo della squadra mobile di Viterbo durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina, a seguito di un’articolata attività investigativa.

Le indagini, avviate nei primi giorni del mese di maggio, sono state condotte dalla squadra mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica di Viterbo. È partito tutto dalle denunce dei genitori delle due ragazzine, entrambe minori di 14 anni. Le bambine, infatti, come ha dichiarato Moschino, sono riuscite a divincolarsi dal 29enne, attirando l’attenzione dei genitori e dei passanti che si sono immediatamente rivolti alle forze dell’ordine. Grazie anche all’acquisizione di filmati registrati da sistemi di video sorveglianza presenti nel centro di Viterbo, gli agenti sono riusciti a risalire all’identità del molestatore.

Le minorenni, affiancate da alcuni psicologi, sono state ascoltate dagli inquirenti, e, dopo aver esaminato il fascicolo fotografico prodotto dalla polizia, hanno identificato l’autore delle violenze

Questura di Viterbo. Immagine: Questura di Viterbo/Facebook
Questura di Viterbo. Immagine: Questura di Viterbo/Facebook

Già in altre occasioni, l’aiuto dei passanti e dei residenti è stato fondamentale. Come la vicenda accaduta qualche anno fa a Quarto Oggiaro, dove la gente del quartiere aveva aiutato a sventare quello che poteva essere l’ennesimo drammatico episodio di violenza su una donna.