carabinieri donna uccisa vicenza

Un uomo di 38 anni ha aggredito con un coltello l’ex compagna di 43 anni a Montegaldella, provincia di Vicenza, uccidendola con diversi colpi. Ferito anche un altro uomo presente nell’appartamento della donna, anche se non è chiaro quali fossero i suoi rapporti con la vittima. Entrambi gli uomini sono stati ricoverati d’urgenza in gravissime condizioni.

Vicenza, uccide l’ex con un coltello e tenta il suicidio

L’uomo e la vittima vivevano insieme prima che la relazione si interrompesse circa un mese fa e per questo il 38enne si sarebbe recato nell’abitazione dell’ex con la scusa di recuperare alcuni dei suoi oggetti personali.

L’aggressione si sarebbe consumata nel garage della donna, che sarebbe stata brutalmente aggredita con un coltello, morendo. L’uomo si sarebbe poi rivolto contro l’altra persona presente ferendola in modo grave. I Carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Vicenza hanno riferito che ad allertare il 112 sarebbe stata una donna che vive nello stesso palazzo della vittima, che ha assistito alla scena.

Diga di Ridracoli, 20enne si suicida
Immagine di repertorio

Una vicina di casa ha allertato il 118

I militari sono arrivati sul luogo del delitto con tutte le pattuglie disponibili insieme ai soccorsi del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna.

Gli operatori sanitari si sarebbero poi rivolti all’aggressore, ferito in modo gravissimo dopo aver tentato il suicidio, e al secondo uomo presente, anche lui in condizioni serie. Il 38enne è ora ricoverato all’ospedale di Padova, mentre l’uomo, non è chiaro se un conoscente o un amico della vittima donna, si trova all’ospedale di Vicenza. L’aggressore non aveva precedenti penali e secondo i Carabinieri la dinamica di quanto accaduto è abbastanza chiara. Mentre gli investigatori mettono a posto gli ultimi tasselli, sembra accertato che il raptus, se così si può chiamare, sia stato scatenato dalla fine della relazione.