liam biran

Liam Biran è un 32enne di origine americana ed è scomparso nel nulla lo scorso 9 maggio, a Torino. Liam è un sommelier e aveva intrapreso un viaggio di un mese in Europa. Da Torino sarebbe dovuto arrivare a Parigi, ma di lui si sono perse tutte le tracce.

Liam Biran è sparito nel nulla

Il caso della scomparsa di Liam Biran è stato trattato da Chi l’ha visto? che ha accolto l’appello di sua sorella e ospitato in trasmissione suo padre e suo fratello provenienti dal New Jersey (USA), dove vive. Liam Biran è un ragazzo di buona famiglia, ha frequentato una prestigiosa scuola americana e prima di arrivare in Europa era stato a Israele da parenti. L’ultima volta che è stato contattato dai suoi familiari era il 7 maggio e aveva detto alla sua famiglia di voler partire per Torino il 9 maggio, che probabilmente sarebbe andato in campeggio e che poi sarebbe partito per Parigi dalla stazione del capoluogo piemontese Porta Susa.

Liam Biran
Liam Biran. Foto: Facebook Liam Biran

Da Parigi, Liam aveva già un volo acquistato per tornare dalla sua famiglia negli Stati Uniti, il 16 maggio. Il 9 maggio, si presume che Liam sia a Torino perché con la sua carta di credito acquista un biglietto nella stazione di Porta Susa. Il biglietto non è però per andare a Parigi, ma per Aosta. Liam era in teoria appena arrivato in Piemonte con un aereo proveniente da Atene. Purtroppo, però, la telecamera che si trova sopra la biglietteria automatica è guasta e quindi non ci sono immagini che attestino che sia stato effettivamente lui a finalizzare l’acquisto del biglietto con la carta. Come ha spiegato l’investigatore privato, Valerio Bottino, assunto dalla famiglia del 32enne, non si sa se abbia sbagliato treno e magari, invece di partire da Torino verso Aosta, sia finito in qualche altro posto.

Oltre a questi punti che andrebbero chiariti, c’è anche un altro mistero che avvolge la scomparsa di Liam Biran: il 32enne usava mettersi in contatto con i suoi genitori attraverso un I Pad e, dopo tantissime chiamate andate a vuoto, un giorno risponde una voce femminile che però interrompe subito la chiamata. Non si sa assolutamente chi sia questa donna, se fosse insieme a Liam o se gli abbia rubato l’I Pad.

L’appello dei familiari di Liam Biran

I familiari di Liam Biran hanno rivolto diversi appelli al 32enne affinché torni a casa o, quantomeno, se si trova in ascolto, si faccia vivo contattando la famiglia.

Liam Biran
Liam Biran. Foto: Facebook Liam Biran

I familiari non sanno più cosa pensare, sanno che il 32enne sa cavarsela anche con pochi soldi ma non hanno idea di dove possa essersi cacciato, anche perché era solito informarli sempre dei suoi spostamenti: “Abbiamo pensato a tante possibilità, a tante cose che potrebbero essere successe, però cerchiamo di non perdere la speranza, penso che potrebbe esser da qualche parte in un bar chiacchierando con qualcuno e potrebbe aver trovato un posto dove ha trovato un lavoro, dove riesce a guadagnare quello che gli serve per vivere“.

La madre ha chiesto ai telespettatori di rivolgersi alla polizia o alla redazione di Chi l’ha visto? tempestivamente nel caso in cui qualcuno lo avvistasse. Intanto, la donna in lacrime ha rivolto un appello a suo figlio: “Ciao Liam, sono la mamma, ci manchi davvero tanto, non abbiamo più tue notizie dal 7 maggio, l’ultima volta che ci siamo sentiti mi avevi mandato un messaggio, dicendomi che avresti preso un volo verso Torino e io ti ho augurato di fare buon viaggio“.