Helen Maguire e Christine Skipsey

Ha scoperto di aver cresciuto una figlia non sua dopo 50 anni: è la storia di una donna irlandese, Helen Maguire, che si è trovata a fare i conti con una sconvolgente verità. La bambina che pensava di aver messo al mondo, in realtà, era stata scambiata alla nascita. A 71 anni, grazie a un test del Dna, ha capito cos’è successo tra quelle culle del St Patrick’s Guild di Dublino. Christine Skipsey, che oggi ha 51 anni, ha appreso così che la donna che ha sempre avuto al suo fianco non è la madre biologica.

Scopre che la figlia non è sua dopo 50 anni

La vicenda che ha travolto la 71enne irlandese Helen Maguire e la 51enne Christine Skipsey ha dell’incredibile.

Almeno per le dirette interessate, che si sono trovare a fare i conti con la sconcertante verità imposta dalla scienza.

Le due donne hanno vissuto per 50 anni nella convinzione di essere madre e figlia, ma questa certezza si è sgretolata davanti all’esito del test del Dna. La bambina che Helen Maguire credeva di aver messo al mondo non è la figlia biologica, e questo è stato uno choc per l’intera famiglia.

Scambiata alla nascita

Christine Skipsey ha scoperto tutto nel 2018, dopo essersi sottoposta agli accertamenti per stabilire se Helen Maguire fosse sua madre.

Quest’ultima era rimasta incinta all’età di 18 anni, e per paura che i genitori potessero separarla dalla piccola, era fuggita in Inghilterra.

Il 25 novembre 1966 è nata la primogenita, e ha deciso di rientrare in famiglia, in Irlanda, per parlare ai suoi e ricostruire il rapporto con loro. Prima, però, ha affidato la bimba a una struttura di Dublino gestita dalle suore, il noto centro St Patrick Guild’s (finito più volte nel vortice di scandali riguardanti false adozioni e clamorosi errori nei certificati di nascita).

Al suo interno, uno dei direttori, padre Cleary, le avrebbe consigliato di lasciare la figlia lì e dedicarsi agli affari di famiglia, per poi tornare a riprenderla dopo 2 mesi. Così è stato: trascorse 6 settimane, la donna è tornata per prendere con sé la figlia, ma le suore avrebbero sbagliato dandole la neonata sbagliata.

I sospetti e la causa per la verità

Lei aveva iniziato a nutrire qualche sospetto e avrebbe chiesto insistentemente se si trattasse della sua bambina. La risposta affermativa, ripetuta diverse volte dal personale del centro, l’avrebbe poi convinta.

Il racconto della 71enne all’Irish Independent si è arricchito di ulteriori dettagli. A generare dubbi sulla situazione era anche il fatto che la bimba che aveva portato a casa avesse i capelli biondi, mentre lei era certa che sua figlia li avesse eri.

Mi hanno detto che tutti i bambini sono nati con i capelli neri. Quindi, come un’idiota, ho creduto alle loro parole. Anche i sacerdoti e le suore continuavano a ripetere che i miei sospetti erano ingiustificati“.

Helen Maguire e Christine Skipsey si sono rivolte a un famoso avvocato che ha trattato diversi casi relativi al St Patrick’s, finendo per scoprire la presunta madre biologica e l’esatta data di nascita dell’ormai 51enne.

*immagini in alto: Helen Maguire e Christine Skipsey – Fonte/Facebook Helen Maguire, dimensioni modificate