Tre maestre di un asilo nido di Rodengo Saiano, Brescia, sono state incastrate grazie alle riprese di alcune telecamere. Quello che succedeva nella scuola dove i bimbi avrebbero dovuto essere al sicuro, ha costretto la Squadra Mobile ad arrestarle per maltrattamenti sui bambini.

Cosa succedeva nell’asilo nido

I sospetti degli agenti sono cominciati dopo le prime denunce di un genitore che si era accorto che qualcosa in quella scuola non andava, il figlio, infatti, aveva cambiato improvvisamente umore. Ad aggiungersi a queste anche il racconto di una ex dipendente che si era presentata per denunciare cosa facevano le colleghe tra le mura dell’asilo. A quel punto la polizia ha deciso di installare alcune telecamere. Proprio grazie alle riprese video si è potuto testimoniare cosa accadeva nell’asilo. Stando a quanto rivelato dal Giornale di Brescia, tre dipendenti avrebbero detto parolacce e spintonano i bambini. Per punirli avrebbero poi evitato di cambiare il pannolino ai piccoli e gli avrebbero anche sottratto del cibo.

Le accuse per le 3 maestre

Ora le tre sono accusate di maltrattamenti aggravati. Per loro la Procura di Brescia aveva chiesto i domiciliari, ma il gip ha disposto l’obbligo di firma.