persone che camminano

Il weekend di sabato 15 e domenica 16 giugno sarà all’insegna del caldo africano. Arriva Scipione, l’anticiclone che spazza via la morsa di instabilità che, nelle ultime settimane, ha dato del filo da torcere soprattutto al Nord Italia. Stavolta l’estate fa sul serio, con un’impennata delle temperature fino a picchi di 42 gradi. Sole e mare, sì, ma l’afa non promette una due giorni particolarmente rigenerante.

Scipione in arrivo sull’Italia

Caldo torrido e afa saranno la cornice principale del prossimo weekend, quando l’abbraccio dell’anticiclone africano Scipione si farà più intenso. L’ingerenza ciclonica che ha tenuto sotto scacco il Nord della Penisola per diverse settimane si allontana, lasciando il posto a una situazione di maggiore stabilità.

Sarà rigenerante? Probabilmente no, a giudicare dalle previsioni meteo che aprono a uno scenario di temperature con massime fino a 42 gradi. Questo vale soprattutto per il Sud e le Isole maggiori, con Sicilia e Sardegna interessate dalla maggiore prepotenza dell’alta pressione.

Il sensibile cambiamento inizierà dalla giornata di venerdì e arriverà a estendersi su gran parte dello Stivale entro sabato. Cielo terso e addio ai nuvoloni minacciosi dei giorni scorsi, che hanno aggredito il Settentrione facendo allungare i termini di una stagione non proprio in linea con le medie del periodo.

Qualche rovescio sull’area alpina

Ma ci sarà ancora qualche residuo rovescio sull’area alpina, in Valle D’Aosta e Piemonte, fino alla Lombardia. Niente di consistente, considerato che anche i settori del Nord saranno interessati dal progressivo insinuarsi dell’alta pressione.

Deboli addensamenti lungo l’Appennino centrale, ma comunque caldo e ampio spazio alle schiarite. Il terzo weekend di giugno segna un altro record per quella che si preannuncia un’estate rovente.

Tra le città in cui l’impennata sarà percepita maggiormente sicuramente Napoli, Caserta e Messina, ma l’alto tasso di umidità non darà tregua alle aree di Bologna, Trento, Milano e Bolzano.

Dalla serata di domenica 16 giugno, invece, si assisterà al progressivo allentamento della morsa dell’anticiclone africano, mentre inizierà ad avvicinarsi quello delle Azzorre. Questo porterà a una riduzione delle temperature, che dovrebbero assestarsi su una media di 32-35 gradi.