Mano di chirurgo che prende bisturi

Intervento chirurgico record all’ospedale Santobono di Napoli, in collaborazione con i sanitari del Cardarelli. Una bimba di 11 anni è stata sottoposta alla rimozione di un tumore di 1 chilo, noto come teratoma, che si era sviluppato tra il cuore e un polmone. Si tratta di un caso piuttosto raro per dimensioni e posizione della massa, che è stata asportata con successo dall’equipe mista composta da chirurghi, anestesisti e infermieri dei due nosocomi.

Maxi teratoma asportato con successo

Sono servite diverse ore di sala operatoria per portare a termine il delicatissimo intervento di rimozione di un maxi teratoma su una bimba di 11 anni, arrivata al Santobono di Napoli con un dolore al petto e una lieve difficoltà respiratoria.

L’asportazione del raro tumore è stata resa ancora più complicata dal posizionamento della massa, tra il cuore e un polmone, e dalla sua notevole dimensione (15×20 centimetri, peso di circa 1 chilo).

Per la particolare natura dell’operazione l’equipe del dottor Giovanni Gaglione, primario di Chirurgia del Santobono, ha chiesto la collaborazione del team di specialisti di Chirurgia toracica del Cardarelli, coordinato dal dottor Gianluca Guggino.

Intervento condotto con un solo taglio

Le due equipe hanno lavorato in sinergia e l’intervento si è concluso con successo. Per asportare la massa è stato effettuato un solo taglio all’altezza dello sterno, senza doverne effettuare un secondo per aprire la cassa toracica.

La piccola paziente era arrivata al Santobono con un quadro prevalentemente asintomatico e manifestava soltanto una leggera difficoltà respiratoria. Gli pnenumologi del nosocomio, visto il referto dell’esame radiologico, avevano subito pensato alla presenza di un teratoma.

Quest’ultimo è un tumore comunemente benigno con una struttura complessa, caratterizzato da più tessuti. La formazione si registra alla nascita o poco dopo, e si presenta in forma solida o come cisti a lento accrescimento.