Pronto Soccorso

È una vicenda terribile quella che arriva da Cagliari, una storia fatta di abusi e violenze subite da anni da una donna rom di 41 anni. Il marito, nonostante i figli avuti insieme, e al fatto che la moglie si trovasse in una struttura protetta, continuava imperterrito a picchiarla. Ieri è riuscita a fuggire dall’uomo violento.

La donna è riuscita a fuggire

Sull’Unione Sarda si legge che la donna, 41enne di origine rom, è madre di sei figli. Il più grande ha 10 anni e l’ultima 7 mesi, ancora allatta. Nonostante fosse ospitata in una struttura protetta nel cagliaritano, il marito ha continuato a cercarla e a obbligarla a seguirlo.

Non appena erano insieme lui la picchiava brutalmente. Ieri l’ultimo episodio di violenza. Erano in macchina e l’uomo si era fermato a fare benzina in un distributore. La donna ha approfittato dei minuti a disposizione per fuggire.

All’ospedale

Erano circa le 23 quando è riuscita a scappare; si è diretta immediatamente al pronto soccorso di un ospedale di Cagliari. Lì i sanitari hanno appurato le gravi condizioni in cui versava la donna a causa delle continue percosse e l’hanno medicata. Adesso è tenuta sotto osservazione intensiva. La 41enne ha raccontato, tra le lacrime, delle violenze subite dal marito.

Per 11 anni è stata costretta a sopportare calci, pugni e violenze di ogni genere. Inoltre, ha detto ai medici di sentirsi in colpa per aver lasciato la piccola da allattare, ma di essere fuggita per la paura di quell’uomo che per anni è stato il suo aguzzino. Nel frattempo sono state avvertite le forze dell’ordine che stanno indagando su quanto riferito dalla donna.

Due episodi simili a distanza di pochi giorni

La violenza sulla donna rom avvenuta la notte scorsa è il secondo episodio di cronaca avvenuto nel cagliaritano a distanza di pochi giorni. Solo l’11 giugno scorso, infatti, il Secolo d’Italia ha riportato la notizia di una 34enne rom che ha subito un’aggressione dal marito.

La donna, grazie alla telefonata al 112 è stata salvata dai carabinieri che l’hanno immediatamente portata all’ospedale di Cagliari. L’uomo l’ha massacrata, provocandole lesioni gravi e una prognosi di 30 giorni. La coppia era già conosciuta alle forze dell’ordine perché la 34enne nel dicembre 2017 aveva denunciato il marito per maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce nei confronti delle figlie minori.