un cane

È successo a Rìo Gallegos, in Argentina, dove lo scorso 7 Maggio Leonel, un bambino di 11 anni che soffre di autismo, rientrato da scuola si è visto dare la brutta notizia: il suo amato cane Tito era stato perduto. Leonel ha quindi offerto la sua bicicletta come ricompensa per il ritrovamento del cagnolino, che da 2 anni allieva le sue giornate.

Il racconto della mamma Noemi

A spiegare l’avvenimento è Noemi, la mamma di Leonel, la quale, come ogni pomeriggio, stava portando a passeggio Tito insieme agli altri loro due cani, tutti senza guinzaglio e liberi di vagare per il quartiere.

“Lasciamo sempre vagare i cani in libertà durante la passeggiata, normalmente alla fine li chiamiamo e loro ritornano a casa”, spiega la madre alla fonte estera Infobae. Questa volta, però, il piccolo Tito non è più rientrato. Il cagnolino era molto importante per Leonel, lo aiutava a vivere con la sua condizione, fornendogli un grande supporto psicologico ed affettivo.

Le ricerche per ritrovare il cane

Per questo motivo la famiglia, da oramai oltre un mese, sta tentando con tutti i mezzi possibili di ritrovare l’animale, perlustrando il quartiere, tramite l’utilizzo di manifesti e social ed avvisando i media locali.

Leonel ha anche girato un video insieme ai suoi compagni di Taekwondo, oltre ad aver prodotto diverse lettere e disegni molto tristi dove si legge: “Un mese senza vederti Tito, mi manchi, nessuno ti trova, tutti mi chiedono se ti ho trovato e ho detto di no”.

La bicicletta come ricompensa

Qualcuno ha suggerito di offrire una ricompensa economica per il ritrovamento di Tito. Purtroppo però la famiglia, essendo in ristrettezze economiche, non poteva permettersi di dare via alcun denaro.
Da qui l’idea del bambino di offrire la sua bicicletta.

E’ da oltre un mese che il cagnolino si è perso e ancora le ricerche non hanno dato i risultati sperati.

Non possiamo fare altro che aspettare e sperare che Leonel ritrovi presto il suo amato compagno.

*immagine in alto. Fonte/Facebook Todomascota