Orso nero

Un piccolo di orso nero è stato ucciso giovedì scorso nello stato dell’Oregon perché era diventato troppo socievole con gli umani che gli davano da mangiare e si scattavano foto con lui. Questa cosa con il passare del tempo sarebbe, a detta di biologi statunitensi che hanno esaminato la situazione, potuta diventare un problema.

L’orso amichevole con i turisti

Il giovane orso nero si era abituato ai turisti che passavano dal parco di Scoggins Valley vicino al lago Henry Hagg, nello stato dell’Oregon, dove viveva l’animale. Su Oregon Live si legge che la gente gli lasciava cibo di ogni genere, dai frutti di bosco ai semi di girasole, al mais tostato, e si faceva foto ricordo con lui.

Il piccolo sembrava gradire ed era amichevole con tutti. Dopo aver visto diversi selfie con l’animale sui social network e aver ricevuto delle segnalazioni in cui veniva comunicato che l’orso era stato avvistato vicino a un molo dove erano attracccate delle barche, i funzionari dell’Oregon Department of Fish and Wildlife si sono recati nel parco. Hanno cercato di riportarlo nel bosco. Su Twitter, la pagina dell’ufficio dello Sceriffo della contea di Washington ha scritto in quelle ore: “Gli agenti incaricati stanno lavorando per riportare nei boschi questo cucciolo di orso che si trova vicino al lago Hagg, per favore state lontani dall’area vicino Boat Ramp A“.

L’animale era talmente abituato ad avere contatti con gli umani che non si è spaventato quando ha visto gli agenti. Infatti, l’impresa è riuscita senza problemi. Ma il giorno dopo l’orso si è ripresentato vicino al lago. 

Così i ranger, giovedì scorso, sono dovuti tornare sul posto e, attirandolo con del cibo, hanno ucciso l’animale. Le autorità hanno fatto tristemente sapere che l’orso è stato “rimosso letalmente“, hanno, inoltre, scritto: “Sfortunatamente, gli esperti della fauna selvatica dicono che il trasferimento non era un’opzione per questo orso.

Siamo rattristati dal risultato, ma lasciamo la parola agli esperti quando si tratta di decisioni difficili. Inoltre, questo risultato è una diretta conseguenza dell’aver nutrito e interagito, da parte degli uomini, con l’orso“.

I biologi della fauna selvatica

Sono stati interpellati alcuni biologi che si occupano di fauna selvatica e uno di loro, Kurt Licence, in una dichiarazione, che si legge su Oregon Live, ha detto: “Questo è un classico esempio del perché chiediamo alla gente di non nutrire gli orsi. Le persone che hanno dato cibo a questo orso possono avere avuto buone intenzioni, ma gli orsi non dovrebbero mai essere nutriti“. Il motivo, avvertono i biologi, è che gli orsi “sono perfettamente in grado di badare a se stessi, ed è sempre meglio lasciarli soli e goderseli da una distanza di sicurezza“. Inoltre, una volta che l’animale associa le persone al cibo è impossibile trasferirlo in un altro luogo e aumentano drasticamente le probabilità che questo possa avere interazioni pericolose