compresse

Nella valigia del buon turista non manca certamente un indumento di riserva, ma nemmeno la giusta scorta di farmaci. Ce ne sono alcuni, in particolare, che possono aiutare a evitare piccoli fastidi (se non addirittura di mandare in fumo un intero viaggio). Per questo sono utilissimi da portare in vacanza, indipendentemente dalla meta scelta per trascorrere una meritata pausa.

La valigia perfetta? Si vede dai farmaci

Ogni vacanza che si rispetti ha dietro di sé un grande bagaglio di adrenalina e aspettative. C’è anche uno spauracchio costante, dovuto alle incognite che il nostro organismo ci riserva, specialmente se si è lontani da casa.

Quanti di voi si sono chiesti: “E se mi sento male? Che medicinale potrei prendere?“, domande tanto frequenti quanto più ci si allontana dalla propria sfera quotidiana.

C’è una risposta semplice ma efficace a ridurre ai minimi termini la paura di situazioni impreviste: inserire una scorta di farmaci “prêt-à-porter” in valigia. Bene, ma quali?

Cosa non deve mai mancare in vacanza

La regola vale indipendentemente dalla meta: che siate in una calda località di mare, o stretti nel fresco abbraccio di una splendida zona di montagna, mai dimenticare la riserva di medicinali.

Oltre al classico e irrinunciabile kit di primo soccorso (comodissimo da portare per dimensioni e peso), non si può mai rinunciare a prodotti contro il prurito, antinfiammatori, analgesici e contro il mal di mare (o d’auto).

Utili anche farmaci antistaminici e corticosteroidi. Si tratta di rimedi importanti, che possono letteralmente risollevare la vacanza dai fastidi di un’allergia o delle punture di insetto. È fondamentale tenere a mente che occorre sempre leggere il foglietto illustrativo e prestare attenzione alla scadenza.

Immancabili anche regolatori del metabolismo, specie contro la diarrea e la stitichezza, ma anche pomate per alleviare dolori articolari e cerotti. Perché se è vero che si è in vacanza, gli imprevisti non conoscono questa parola.