chiesa sant antonio padova

Sabato 22 Giugno i frati della Basilica del Santo, a Padova, hanno organizzato un evento molto particolare: Sant’Antonio casamenteiro. Dedicato a tutti coloro che sono “diversamente giovani”, la giornata si pone come obbiettivo la preghiera per la ricerca di un senso alla vita e dell’anima gemella.

Il Santo che aiuta i single

Il Santo, di origine portoghese, è particolarmente venerato a Padova, dove sono conservate le sue spoglie, e nei paesi dell’America Latina, nei quali viene invocato nella ricerca di una persona con la quale accasarsi, da qui il termine casamenteiro.

Persino Papa Francesco 2 anni fa, raccontando un simpatico aneddoto ai fedeli provenienti da Padova, aveva consigliato alle persone in cerca del partner di fare come le ragazze argentine che si rivolgevano in preghiera al Santo.

A 20 anni chiedono che venga (ndr. il fidanzato), che tenga, che convenga – scherzava il Papa – a 30, se non è ancora arrivato chiedono: che venga e che tenga. A 40 invece basta che venga!”.

La giornata come occasione d’incontro

La giornata si aprirà con la messa e la preghiera del Si quaeris miracula (“Se cerchi miracoli”), per concludersi con una vera e propria festa, durante la quale i partecipanti potranno conoscersi e, magari, incontrare proprio lì l’anima gemella.

L’evento, rivolto alla fascia di età tra i 20 e i 50 anni, è inteso come un “occasione di incontro, amicizia e confronto per chi, per svariati motivi, si ritrova ad affrontare da solo l’età adulta“, spiega padre Oliviero Svanera, rettore della basilica ed ideatore dell’evento.

Molte persone vivono l’essere single con amarezza e rassegnazione, continua padre Svanera, si tende a mettere in primo piano il lavoro e le questioni pratiche della vita, pensando di avere sempre del tempo a disposizione in futuro per gli affetti. Improvvisamente però quel futuro arriva e ci si ritrova spaesati, con la sensazione di non avere un senso nella vita.

Come partecipare all’evento

Per partecipare all’evento, pubblicato sul sito santantonio.org, è necessaria la registrazione online. Sono attese più di 300 persone per lo più tra i 35 ed i 45 anni. “Non siamo un’agenzia matrimoniale – scherzano gli organizzatori – Vogliamo dare la possibilità di comunicare e conoscersi”.