Cronaca

Napoli, 14enne si getta dal quarto piano: era stato rimandato a scuola

La causa che sta alla base del gesto disperato sarebbe il fatto di aver terminato l'anno scolastico con tre debiti da recuperare
Ambulanza Immagine di repertorio

È una notizia terribile quella che arriva proprio in queste ore da Napoli: un ragazzo di quattordici anni si è lanciato dal quarto piano del palazzo in cui abita con i genitori. La causa scatenante del gesto potrebbe essere legata a problemi scolastici. Il giovane è stato rimandato in tre materie e avrebbe dovuto seguire i corsi per recuperare. Le sue condizioni sono gravissime, sta lottando tra la vita e la morte.

Il terribile gesto del 14enne

Da una prima ricostruzione è emerso che il padre stava attendendo il ragazzo sotto casa per accompagnarlo a scuola, doveva frequentare i corsi di recupero per tre debiti.

Potrebbe essere questo il motivo del terribile gesto compiuto questa mattina da un 14enne napoletano. Il ragazzo è salito al quarto piano del palazzo dove abita con la propria famiglia, nella zona di Porta Nolana, e si è lanciato nel vuoto.

Le sue condizioni

Le sue condizioni sono apparse sin da subito gravissime. I soccorsi sono stati immediatamente allertati, un’ambulanza della postazione Loreto Mare è giunta nel cortile condominiale dove si trovava il 14enne.

I sanitari del 118 lo hanno trasportato all’ospedale Cardarelli nel capoluogo campano. Giunto al nosocomio, dove è stato soccorso in codice rosso, i medici lo hanno assistito con un protocollo di emergenza e giudicato guaribile con riserva. Il ragazzo ha riportato diverse fratture al bacino e alle vertebre, oltre a danni agli organi interni. Per ora la prognosi è riservata, ma si attendono ulteriori aggiornamenti sulle sue condizioni nel corso della giornata da parte della struttura ospedaliera. Sul luogo dell’accaduto sono giunti anche gli agenti della Polizia di Stato che stanno cercando di chiarire il motivo del gesto disperato.

Potrebbe interessarti