Vai al contenuto

Dieci anni senza Farrah Fawcett, la regina della TV che ha fatto sognare generazioni

Pubblicato: 25/06/2019 10:39

Farrah Fawcett si spegneva 10 anni fa a Santa Monica al Saint John’s Health Center dopo una lunga battaglia contro il cancro. L’attrice era diventata una star conosciuta in tutto il mondo e, con la sua bellezza, fece sognare intere generazioni. La sua storia fu costellata di successi, ma sicuramente, il ruolo più iconico della sua carriera fu senza dubbio quello ricoperto nella serie TV USA Charlie’s Angels.

Farrah Fawcett arriva al successo

Classe 1947, Farrah Fawcett era nata in Texas, a Corpus Christi. A notare la sua bellezza, quando la star frequentava l’università a Austin, è stato un giornalista di Hollywood che le consigliò di trasferirsi a Los Angeles per iniziare una carriera da modella. Dopo aver seguito il suo consiglio, inizia la carriera dell’attrice che negli anni ’60 figura in diversi spot come attrice e poi in ruoli minori in diverse serie televisive.

Il successo ha un sapore “dolce-amaro” per Farrah Fawcett e arriva nel 1970 quando viene scritturata per interpretare il ruolo di Mary Ann Pringle, nel film Il caso Myra Breckinridge del regista Michael Sarne, tratto dal romanzo di Gore Vidal dal titolo Myra Breckinridge. Purtroppo, il film viene criticato aspramente anche dallo stesso scrittore da cui era stata tratta l’opera cinematografica e l’attrice texana torna a lavorare nell’ambito pubblicitario. Grazie al marito Lee Majors, la sua carriera esce dall’impasse. Infatti, il coniuge fa in modo che le venga assegnato un ruolo nella serie L’uomo da sei milioni di dollari. Ma a consacrarla per la sua indiscutibile bellezza è stato un poster del 1976 in cui veste un costume da bagno rosso e che le regala tanta fama da farla diventare un’icona.

L’esperienza in Charlie’s Angels

Proprio grazie a quel poster, Farrah Fawcett viene notata dal produttore Aaron Spelling che la scrittura nella serie televisiva Charlie’s Angels, dove recita accanto a Kelly Garrett e Sabrina Duncan. Grazie al successo della serie, Farrah Fawcett diventa definitivamente una star mondiale, ottenendo anche un People’s Choice Award. Suo marito Lee Majors mostra tanta gelosia da costringerla a rinunciare a quel ruolo tanto importante, lei purtroppo cede e dopo una causa milionaria, sarà costretta a pagare una multa da 13 milioni di dollari ad Aaron Spelling. La sua carriera subisce una brutta battuta d’arresto a causa del produttore che ostacola la sua partecipazione a molti film e serie.

Solo dopo il divorzio e grazie al teatro riuscirà a risalire la china. Nel 1984, dopo aver partecipato al film Quando una donna viene candidata agli Emmy Award. Nel 1986, arriva invece la candidatura al Golden Globe per il film Oltre ogni limite. Accanto poi al fidanzato Ryan O’Neal la Fawcett recita nella serie Sacrificio d’amore che mette a segno una candidatura a Golden Globe e poi agli Emmy Award. Nel 1995 Hollywood la consacra definitivamente con una stella sulla Walk of Fame. La terza candidatura della sua carriera agli Emmy arriva recitando nella serie TV The Guardian. Purtroppo, nel 2006 le viene diagnosticato un cancro al colon che la porterà alla morte 3 anni dopo, nel 2009. Sulla lotta contro il tumore, l’attrice girerà un documentario La storia di Farrah Fawcett che avrà un grande successo di pubblico, con 10 milioni di telespettatori. Purtroppo, il 22 giugno verrà annunciato il matrimonio con il suo compagno Ryan O’Neal, ma l’attrice non arriverà mai alle nozze: il 25 giugno muore a 62 anni a causa della malattia che non è mai riuscita a sconfiggere. Quell’anno viene ricordata alla cerimonia degli Emmy Award.

Continua a leggere su TheSocialPost.it