La questione dell’immigrazione tra Messico e Stati Uniti tiene banco da anni ormai, ma le parole non si trovano da quando la foto di Oscar Alberto Martinez Ramirez e di sua figlia, Angie Valeria, nemmeno 2 anni, morti annegati uno affianco all’altra nelle acque del Rio Grande, sta facendo il giro del mondo.

La foto di padre e figlia annegati

È una foto terribile e scioccante che racconta tutta la tragedia della crisi migratoria tra Messico e Stati Uniti. Padre e figlia sono uniti dalla maglietta di Oscar, usata forse proprio per non rischiare di perdere la figlia. Sono entrambi a faccia in giù, nel Rio Grande, il braccio della piccola è ancora intorno al collo del padre, per tenersi stretta a lui.

Il ritrovamento risale a lunedì ed è stato immortalato dalla giornalista Julia Le Duc e pubblicato poi da un giornale messicano per essere ripreso dai giornali e dalle Tv di tutto il mondo. Il New York Times racconta che la famiglia, madre, padre e figlia, erano arrivati a Matamoros, in Messico, una settimana fa, per presentare domanda di asilo negli USA. Alla fine avevano deciso di tentare di attraversare il fiume. Le acque del fiume si sarebbero agitate durante l’attraversamento: la madre sarebbe tornata indietro, spaventata, mentre Oscar avrebbe tentato di continuare l’attraversamento per riuscire a raggiungere gli Stati Uniti.

La crisi migratoria tra USA e Messico

Oscar Alberto Martinez Ramirez e sua figlia, Angie Valeria, sono gli ultimi due morti di un lungo elenco. Solo nelle ultime ore, l’Associated Press ha raccontato che nella stessa zona sono stati ritrovati altri 4 cadaveri: una donna, due bambini e un neonato. Il gruppo sarebbe morto a causa del caldo e della disidratazione.

Stando a quanto rivelato da Agi, dall’inizio del 2019 quasi 500 mila migranti sono stati fermati mentre tentavano di attraversare il confine statunitense.

Nel 2018 i migranti morti proprio per passare la frontiera sono stati 283.