Cronaca dal Mondo

Infezione batterica killer, 12 morti: “Basta un bacio, uno starnuto o un contatto con la pelle”

Almeno 12 persone sarebbero morte a causa di un raro batterio killer la cui diffusione sta mettendo in allarme le autorità sanitarie. Per il contagio basterebbero un bacio o uno starnuto, ma la trasmissione sarebbe possibile anche attraverso il semplice contatto con la pelle del soggetto infetto.
mano di un medico con provetta

È allarme nel Regno Unito, dove almeno 12 decessi sarebbero riconducibili a una rara infezione batterica da streptococco, la cui facilità di trasmissione aumenta il rischio epidemia. I casi di contagio (che avverrebbe con un bacio, uno starnuto o il semplice contatto con la pelle del soggetto infetto) sarebbero oltre 32 e tutti concentrati nell’Essex. A darne notizia è il New York Times, che ha rilanciato l’appello dei medici a prestare la massima attenzione su una serie di sintomi.

Infezione rara uccide 12 persone

Sarebbero 12 i pazienti morti per la malattia causata da streptococco invasivo di gruppo A (iGAS), e 32 le persone contagiate nel solo territorio dell’Essex, nel Regno Unito.

È allarme sul rischio di una vera e propria epidemia, la cui insorgenza potrebbe essere facilitata dalle modalità di trasmissione del batterio. Stando ai preoccupanti dati diffusi dall’ospedale NHS Mid Essex, circa un terzo dei pazienti che hanno contratto l’infezione è deceduto.

Allarme sulla facilità di contagio

Secondo quanto emerso, il batterio si anniderebbe sulla pelle o nella gola e sarebbe particolarmente resistente.

Questo ne consentirebbe una sopravvivenza tale da essere facilmente trasmesso con un bacio o uno starnuto.

Uno dei fattori che espone a maggiori rischi è il contagio tramite contatto di pelle, condizione che renderebbe ancora meno gestibile la diffusione della malattia. Le autorità sanitarie inglesi parlano di emergenza nazionale “in corso”, e dai contorni imprevedibili e fluidi.

Attenzione ai sintomi

L’invito dei medici è rivolto a tutti, affinché si presti la massima attenzione a sintomi che rientrano nello spettro di quelli osservati sui pazienti contagiati.

Tra questi figurano eruzioni cutanee, mal di testa, mal di gola, dolori addominali, ingrossamento dei linfonodi nel collo, accumulo di pus sulle tonsille, piccole chiazze rosse sul palato.

Tra le altre manifestazioni dell’infezione ci sono anche febbre, stanchezza, senso di malessere generale e inappetenza. Si tratta di condizioni soggettive, per cui esordio ed evoluzione variano da paziente a paziente.

Potrebbe interessarti