La vittima di tre squali

Circondata e azzannata da tre squali: così la giovane Jordan Lindsey, 21enne californiana, ha perso la vita alle Bahamas il 26 giugno. Turista californiana in vacanza con i genitori, la giovane è stata vittima dell’attacco mentre faceva snorkeling nei pressi di Rose Island, 11 miglia di spiaggia bianca e inabitata. I tre squali si sono avvicinati a Jordan e l’hanno azzannata ripetutamente, strappandole il braccio destro e ferendola al sinistro e su entrambe le gambe. Inutili le urla dei genitori, impotenti spettatori della scena: Jordan non ha sentito i loro avvertimenti. La ragazza, portata al più vicino ospedale, è stata dichiarata morta poco dopo.

Solidarietà su Internet alla famiglia della vittima

Ora bisogna trasportare il corpo di Jordan dalle Bahamas alla California, dove si svolgeranno i funerali. Un trasferimento molto costoso. Per questo motivo, su Gofundme è stata lanciata una raccolta fondi per aiutare la famiglia a coprire le spese del trasporto e della cerimonia funebre per la compianta figlia. “Jordan aveva una bellissima e dolce anima e si sentirà profondamente la sua mancanza”, si legge sulla pagina di Gofundme. Parole che devono aver scosso ed emozionato non poche persone: in sole sedici ore la raccolta ha superato i 38mila dollari, e la cifra cresce di minuto in minuto.

Una vera maratona di solidarietà.

Possiamo confermare che una cittadina degli Stati Uniti alle Bahamas è stata attaccata da almeno uno squalo il 26 giugno“, ha dichiarato un portavoce del Dipartimento di Stato alla ABC.

La vittima degli squali nei ricordi dei conoscenti

Jordan era un’amante degli animali e, a detta degli amici, un’attivista contro il cambiamento climatico. Studentessa di Comunicazione alla Loyola Marymount University, la ragazza aveva una frizzante vita universitaria, dividendosi nel tempo libero tra la Entrepreneurship Society, organizzazioni studentesche e un impiego come ricercatrice presso il Centro per la Resilienza Urbana della LMU.

Un comunicato diffuso dall’Università ha reso noto che il memoriale del campus ospiterà una targa dedicata proprio a Jordan. Anche il Ministero del turismo e dell’aviazione del Commonwealth delle Bahamas si è unito alle condoglianze alla famiglia Lindsey, parlando a nome del popolo dell’arcipelago.

Fonte dell’immagine in evidenza: Gofundme