alluvione in siberia

La regione Oblast’ di Irkutsk, nella zona orientale della Siberia, in Russia, è stata colpita da una violentissima alluvione che provocato la morte di 18 persone mentre sono 13 le persone disperse. Le piogge torrenziali hanno investito 55 tra città e villaggi facendo sprofondare sott’acqua circa 4mila abitazioni.

La tragica alluvione

La Russia fa i conti con morti e dispersi a causa di un’alluvione che sta paralizzando la Siberia. Come riporta il Dailymail, le piogge torrenziali che hanno colpito la regione di Irkutsk durante l’ultima settimana hanno provocato circa 1258 feriti e, di questi 191 si trovano ricoverati in ospedale. Al momento, si contano 18 morti e 13 dispersi, tra questi ci sarebbe anche un bambino, come specifica il sito Sputnik.

Le ricerche sono in corso per tentare di trovare queste persone e metterle in salvo.

Per contenere e gestire l’emergenza causata dalla terribile alluvione nelle zone disastrate è stato disposto l’intervento dell’esercito. Le case che sono sprofondate sott’acqua sono circa 4mila. Due giorni fa, domenica, il presidente Vladimir Putin ha visitato la regione colpita dall’alluvione. Il livello dei fiumi si è innalzato pericolosamente di oltre 2 metri rispetto al quello mantenuto usualmente a causa delle piogge torrenziali. In totale, l’alluvione ha messo in ginocchio 30mila persone che sono rimaste senza elettricità.

Dichiarato lo stato di emergenza

Nella regione siberiana Oblast’ di Irkutsk è stato dichiarato lo stato di emergenza. Al momento, sarebbero impegnati nelle operazioni di salvataggio circa 300 unità militari e mille soldati. Gli aggiornamenti sui dispersi e sulle vittime causate dall’alluvione sono stati forniti oggi dal capo del dipartimento regionale del Ministero dell’Emergenza, Valentin Nelyubov.

Domani, ci sarà una riunione tecnica per decidere come proseguire nella gestione dell’emergenza. Su Twitter sono tanti i video in cui vengono mostrate le spaventose e impressionanti immagini dell’alluvione: le case vi appaiono solamente come tetti che emergono da una distesa d’acqua che si estende a perdita d’occhio.

Guarda il video:

*Immagine in alto: Instagram Natalya Rakutseva