manette e frustino

Una trasferta al nord Italia per lavoro, la decisione di concedersi una parentesi piccante all’insegna del sesso estremo e il finale inaspettato al Pronto soccorso. È quanto sarebbe accaduto a un 50enne riminese, ferito durante una seduta sadomaso che avrebbe prenotato online per provare un brivido nuovo. Lo riporta Rimini Today, secondo cui l’uomo avrebbe ricevuto una prognosi di 40 giorni per i traumi riportati. La mistress è finita alla sbarra e rischia fino a 7 anni di carcere.

Fa sesso estremo e finisce in ospedale

Il bilancio di un rovente appuntamento a tinte sadomaso, per un riminese in trasferta nel nord Italia, sarebbe decisamente pesante.

Frattura del radio, lussazione alla spalla, 3 costole incrinate e lividi per un totale di 40 giorni di prognosi.

È questo il drammatico epilogo per l’uomo che, dopo aver prenotato online una seduta, si sarebbe concesso a una professionista del sesso estremo originaria dell’est Europa, finendo al Pronto soccorso con gli evidenti segni del travolgente incontro.

Per il 50enne si sarebbe trattato della prima esperienza d questo tipo, e avrebbe detto di essersi deciso a sperimentare qualcosa di audace mentre si trovava davanti al suo pc. Sicuramente un’esperienza che resterà impressa nella sua memoria, e anche in quella delle cronache.

Dominatrice a processo

Il ‘devastante’ incontro a pagamento sarebbe costato 300 euro e la donna non avrebbe interrotto la seduta nonostante le urla del suo cliente. Questa un’altra sfumatura della ricostruzione dell’accaduto fatta dal 50enne.

La denuncia sarebbe scattata d’ufficio all’esito degli accertamenti condotti in ospedale, e la mistress è stata rinviata a giudizio con l’accusa di lesioni personali aggravate. Rischia fino a 7 anni di reclusione ma la difesa sostiene che il cliente non avrebbe manifestato alcuna intenzione di interrompere la seduta. La sentenza è attesa nei prossimi mesi.

Stando a quanto sarebbe emerso in sede di dibattimento, il 50enne sarebbe andato via ma avrebbe accusato un malore per strada.

È lì che il 118 lo ha soccorso. In un primo momento, i traumi avrebbero indotto i medici a credere che fosse rimasto vittima di un brutale pestaggio. Per questo, dall’ospedale è partita la segnalazione alle forze dell’ordine. Il resto è cronaca di un episodio da dimenticare.