Cronaca

Palermo: operaio forestale viene punto da un calabrone e muore di infarto

Nuccio Signorello, 52enne di Collesano, è morto a seguito di una puntura di calabrone mentre puliva le campagne della zona con i colleghi della forestale. La perizia legale ha confermato che l'uomo è deceduto per infarto fulminante. Gli abitanti di Collesano ricordano il concittadino con commozione.
calabrone su nido

Gli abitanti di Collesano, borgo alle porte del Parco delle Madonie, provincia di Palermo, sono ancora increduli. Il loro compaesano Nuccio Signorello, 52enne conosciuto e benvoluto da tutti, è morto pochi giorni fa dopo esser stato punto da un calabrone.

La fatale puntura di calabrone

Il giorno del fatale incidente, Signorello si trovava in contrada Rascata insieme ai colleghi della forestale. Il gruppo era impegnato in lavori di pulizia delle campagne, essenziali per evitare il rischio di incendi nella zona.

L’uomo era ormai quasi alla fine del turno quando è stato punto da un calabrone sulla spalla e si è sentito male. Signorello ha immediatamente chiesto aiuto ai colleghi che, accortisi delle gravi condizioni del forestale, hanno contattato il 118.

Nuccio Signorello, forestale punto da un calabrone

Nuccio Signorello era conosciuto e benvoluto da tutti gli abitanti di Collesano (Fonte: Facebook)

L’intervento dei soccorsi

“In paese non abbiamo un’ambulanza con rianimazione, l’infermiere ha fatto tutto quello che poteva”, spiega un collega al Giornale di Sicilia. Si è dovuto ricorrere all’elisoccorso. All’arrivo del personale medico però per Signorello non c’erano più speranze.

Fin da subito si è ipotizzato che la morte fosse dovuta a uno shock anafilattico o a un infarto successivo alla puntura. Nella giornata di ieri, la perizia del medico legale ha confermato che Signorello è morto di infarto fulminante.

Un paese in lutto

Collesano, intanto, veste a lutto per la scomparsa dell’operaio.

“Era una persona solare, di compagnia”, ricorda un collega che con Signorello ha condiviso ore e ore di lavoro. Nuccio era un volto noto in questo angolo di Sicilia anche perché allenava la squadra giovanile locale di calcio.

Proprio la Asd Giovanile Collesano ha dedicato al suo ex mister un post su Facebook pieno di gratitudine e commozione. La squadra ha ricordato le qualità di Signorello, la sua “immensa e naturale disponibilità all’ascolto e al servizio verso chiunque”, le “battute, puntuali e piene di ironia, capaci di strapparci un sorriso anche nei momenti più difficili”.

 

Potrebbe interessarti