incendi in sardegna

In Sardegna il fuoco fa paura, nel cagliaritano soprattutto gli incendi continuano a divampare alimentati dal vento di maestrale che non da tregua. Diverse zone sono state evacuate, turisti e residenti sono stati allontanati dalle loro abitazioni e dalle strutture ospitanti. 

In Sardegna il fuoco fa paura

Le fiamme sono divampate nel pomeriggio di oggi a Tortolì in Ogliastra dove si teme per le abitazioni nell’area. Al momento sono in corso le operazioni di evacuazione e delle case e delle persone ospitate in strutture come agriturismi e campeggi. 

Nel pomeriggio inoltre il forte vento di maestrale, che imperversa su tutta l’isola, ha sospinto le fiamme verso la spiaggia di Orrì.

I bagnanti allarmati hanno lasciato le spiagge. Le persone sono state fatte allontanare via terra attraverso la litoranea che collega Tortolì a Barisardo.  Al lavoro diverse squadre di vigili del fuoco, diversi Canadair sorvolano la zona.

Massimo Cannas sindaco di Tortolì, riporta l’Ansa, ha dichiarato che la situazione è grave: “Siamo in piena emergenza”.

Canadair da Napoli e Trapani

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 22- La situazione è critica, sulla zona oltre ai vigili del fuoco stanno operando quattro Canadair che arrivano dalle città di Trapani e Napoli e non solo, c’è anche il supporto di tre elicotteri per incendio.

Nonostante l’elevata criticità le fiamme sembrano essersi allontanate dalle abitazioni grazie a un mutamento direzionale del vento che ora spinge verso sud, direzione Barisardo.

Da Nuoro fanno sapere che la prefettura ha attivato il Centro Coordinamento dei Soccorsi, unità di crisi che porterà avanti le operazioni. A capo il prefetto Anna Aida Bruzzese in collaborazione con il capo dei vigili del fuoco Fabio Sassu e i vari esponenti delle forze dell’ordine locali. Al lavoro ci sono anche diverse squadre della Guardia Forestale provenienti da San Cosimo, Sorgono e Villasalto. Nonostante la deviazione il vento continua a far paura.